--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Il 16 maggio un incontro informativo per i rappresentatnti delle scuole

Lions e Banca di Viterbo per la lotta alla dislessia

Condividi la notizia:

– Riceviamo e pubblichiamo – A scuola sembrano bambini svogliati, incapaci, lenti, disorganizzati. E invece lottano come e più degli altri per imparare: loro ce la mettono tutta, danno il meglio.

Sono gli adulti che non danno il meglio, che non ce la mettono tutta per insegnare loro nel modo giusto.

Ma è solo perché gli adulti non si sono accorti che quei bambini hanno un disturbo specifico dell’apprendimento (Dsa): ad esempio, sono dislessici; e quindi hanno solo bisogno di un metodo diverso dagli altri.

E invece di farli diventare cupi, rabbuiati dalla loro presunta incapacità, prima che pensino di non essere capaci come gli altri e ne siano psicologicamente condizionati a vita nella loro autostima, occorre intervenire. Se si interviene in tempo, anziché bambini e adolescenti con ansie, paure, insicurezze, timidezze, forse diventeranno invece come Carlo Magno, Leonardo Da Vinci, Pablo Picasso, Winston Churchill, John F. Kennedy, Tom Cruise, Walt Disney, Einstein: sì, incredibile ma vero, come tutti questi grandi dislessici!

E allora, perché non percepire l’eventuale disturbo dell’apprendimento (DSA) quando inizialmente si manifesta. Cioè alla fine della prima classe elementare, quando ormai i bambini dovrebbero aver iniziato a leggere e scrivere.

Il Lions Club di Viterbo, poiché è diventato compito delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia, attivare, previa apposita comunicazione alle famiglie interessate, interventi tempestivi, idonei ad individuare i casi sospetti di DSA degli studenti (L. 170/210, art. 3), nell’ambito di un’iniziativa nazionale che coinvolge contemporaneamente sui Dsa i 1300 Lions Club italiani, ha prodotto in 300 copie due tipologie di brochure informative di agevole, rapida ma efficace consultazione, con schemi esemplificativi e disegni illustrativi, rivolte l’una a ogni insegnante e l’altra a tutti i genitori delle prime classi della scuola primaria del territorio di Viterbo.

Insieme alla Banca di Viterbo, che ha voluto pienamente finanziare l’iniziativa, si vuole così per i dislessici garantire il diritto all’istruzione, il successo scolastico, una formazione adeguata, ridurre i disagi relazionali ed emozionali, preparare gli insegnanti e sensibilizzare i genitori nei confronti delle problematiche legate ai Dsa; favorire la diagnosi precoce, incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante il percorso di istruzione e di formazione? (L. 170/210, art. 2).

Tali brochure verranno gratuitamente distribuite (nel numero di copie necessarie a informare gli insegnanti e raggiungere tutte le famiglie delle prime classi) ai rappresentanti degli Istituti scolastici che presenzieranno all’incontro di lunedì 16 maggio alle 11,30 nella sede legale della Banca di Viterbo (Via Polidori – rotatoria Ipercoop Viterbo).

All’incontro parteciperanno i vertici della banca di Viterbo, l’assessore alla scuola del Comune di Viterbo Massimo Fattorini, il presidente del Lions club di Viterbo Pierre Di Toro, il segretario del club stesso Mauro Busti e i dirigenti scolastici degli otto plessi didattici interessati.

Lions Club di Viterbo


Condividi la notizia:
13 maggio, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR