--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - Appuntamento dal 29 settembre al 16 ottobre

Sagra della castagna, un tuffo nel passato

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Il vice sindaco Alessandro Troili

Il vice sindaco Alessandro Troili

Fausto Bassanelli

Fausto Bassanelli

Paolo Berti, Agostino Pontuale e Antonio Tempesta

Paolo Berti, Agostino Pontuale e Antonio Tempesta

Un momento della conferenza

Un momento della conferenza

Alessandro Troili e Fausto Bassanelli

Alessandro Troili e Fausto Bassanelli

(g.f.) – La più antica festa delle castagne nella Tuscia è pronta per l’edizione numero 44.

A Soriano nel Cimino ultimi preparativi per l’appuntamento dal 29 settembre al 16 ottobre. Con un programma denso d’iniziative e diverse novità, per festeggiare il frutto più amato nel paese sui cimini.

Una festa con il sapore della tradizione. “E’ tra le più importanti – spiega Antonio Tempesta, presidente dell’ente Sagra – ed è inserita tra le feste patrocinate dalla Camera di commercio”. Al centro c’è la castagna, attorno alla quale ruota una lunga serie d’iniziative. Dalle rievocazioni storiche, percorsi enograstronomici, giochi popolari, per arrivare al palio. Quindi il Convivium Secretum, gara storico gastronomica che coinvolge le quattro contrade cittadine. Un vero tuffo nel passato.

Soriano non dimentica chi ha legami col paese e con il suo lavoro o la sua opera si è distinto in Italia e nel mondo. Consegnando la Vojola d’oro. “Quest’anno – continua Tempesta – la assegneremo alla memoria di Mario Girolami, uno dei più importanti registi italiani e a cui intitoleremo il nostro cinema”.

Riconoscimenti andranno anche a Rita e Anna Pasanisi, attrici doppiatrici molto note, quindi al pugile Vincenzo Cantatore. Si fa festa e si guarda a chi è meno fortunato, con una raccolta fondi da destinare ai bambini oncologici in Russia.

L’avvio della sagra quest’anno è speciale. “Inizieremo – anticipa il vice sindaco Alessandro Troili – con la festa provinciale della terza età. E’ stato scelto il nostro Comune. Mercoledì arriveranno duemila persone da quaranta comuni della Tuscia, con 35 bus fino a Soriano”.

Per loro una giornata particolare alla scoperta delle bellezze locali e della buona cucina. Tutti a tavola, invece, al castello Orsini, il 15 e 16 ottobre. “C’è l’appuntamento – dice Fausto Bassanelli della Pro loco – con il Castello dei sapori. La parte gastronomica dei prodotti locali si affianca a quella dedicata all’enoteca e al buon vino”.

Grande attesa per la rievocazione storica. “Quest’anno – spiega Agostino Pontuale presidente del Cost – sarà realizzata interamente da persone del posto. Vedrà impegnati una sessantina di giovani, sabato 8, con la regia di Pascal Ladelfa”.

Diversi i convegni in programma, oltre alla presentazione del libro sul palio. Due settimane intense di festeggiamenti a Soriano.“Mettiamo sotto i riflettori – dice Tempesta – le nostre bellezze e le nostre ricchezze”.

24 settembre, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR