--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Carcere - Sappe, Osapp, Uil, Cisl, Sinappe e Cgil polemizzano con l'Ugl che non ha aderito alla protesta di oggi

“Mammagialla, la manifestazione è nostra!”

Condividi la notizia:

Sit-in a Mammagialla

Sit-in a Mammagialla

Riceviamo e pubblichiamo –  Senza scendere in sterili polemiche vogliamo solo ribadire e rivendicare la paternità della manifestazione di oggi facendo alcune considerazioni oggettive.

La manifestazione non può che essere il seguito naturale dell’intensificarsi della protesta, dopo il sit-in dei sindacati del 19 settembre 2011 davanti al carcere e dopo uno stato di agitazione iniziato tutti insieme a primavera quando il prefetto di Viterbo incontrò i segretari (tutti) per ascoltare i problemi e quando già allora decidemmo di astenersi dalla mensa di servizio.

Decidemmo all’ora di arrivare a un corteo per portare la problematica del carcere dentro la città, e come obbiettivo ci proponemmo di coinvolgere tutte le forze politiche associazionistiche e la cittadinanza, ovvero tutti i soggetti che hanno a cuore il problema, bussando letteralmente alla porta di tutto da sinistra a destra.

Alla questura risultano gli atti di comunicazione del corteo e sono a firma di noi rappresentanti delle organizzazioni sindacali, quindi è anche nostra la responsabilità della manifestazione.

Non è colpa nostra e non ci sentiamo strumentalizzati se questo o quel “politico” o “cittadino” sposa la nostra causa mettendo in campo tutte le forze; il nostro intento è quello di far arrivare lontano il nostro grido di disagio. Anzi possiamo e vorremmo dire grazie a tutti se per almeno un giorno “tutti” mettessero da parte ideologie e pregiudizi e fianco a fianco portassero solidarietà ad uno spaccato istituzionale dello Stato che è in affanno.

Smettetela tutti di provare a strumentalizzare la nostra protesta. Criticare senza partecipare anche questo è strumentalizzare! Noi i problemi li abbiamo davvero, quindi aiutateci a gridare più forte. La protesta parte da noi e da nessun altro. Vero è che in molti hanno promesso di darci una mano e un aiuto non si rifiuta mai.

Chi ora dichiara di essere soddisfatto del contentino (tra l’altro ancora tutto teorico e ufficioso!) dato dall’amministrazione penitenziaria, “ben per lui”, ma ci sentiamo di dire che dovrà delle spiegazioni al personale che sotto i propri occhi vedrà come andranno le cose.

Noi non ci fidiamo! Dopo anni di promesse non mantenute e annunci volati al vento, rivendicando la paternità e la responsabilità della manifestazione di oggi, diciamo che ognuno sarà responsabile delle proprie azioni e chi non c’è libero di farlo.

Siamo con la coscienza in ordine perché, molti colleghi iscritti alla sigla sindacale che, democraticamente per carità, ma allo stesso modo anche molto stranamente, all’ultimo a fatto retromarcia, (condivideva sino a pochi giorni fa tutte le linee di protesta sottoscrivendo tutti i comunicati) saranno presenti ma senza avere la soddisfazione di sventolare la propria bandiera; quasi in incognito.

Quindi insieme alle forze politiche e associazionistiche che, in maniera trasversale al di là delle loro collocazioni di maggioranza o opposizione, sia sul territorio che a livello nazionale, hanno recepito la gravità della situazione e sostengono i sindacati di categoria che in maggioranza (tranne una sigla sic!) portano le problematiche del carcere di Viterbo in Piazza, crediamo nel buon senso dei dirigenti dell’Ugl e li invitiamo a scendere a fianco dei loro colleghi, cogliendo l’occasione per dimostrare attaccamento al corpo e giusta considerazione delle criticità che affliggono Mammagialla.

Sappe Osapp Uil Cisl Sinappe Cgil


Condividi la notizia:
17 ottobre, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR