--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Subito dopo hanno tentato di rubare in Prefettura - Tre arresti

Rapinato e minacciato di morte

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Il capo della mobile Zampaglione e l'ispettore Corinti illustrano i dettagli dell'operazione. Sotto: gli arrestati

Il capo della mobile Zampaglione e l'ispettore Corinti illustrano l'operazione. Di seguito: gli arrestati

E.G.D., 23enne

Elyas Georghe Duca, 23enne

G.B., 26enne russo

Gennady Bazhenov, 26enne russo

D.O., 33enne

Dan Olaru, 33enne

Una brutale aggressione a pochi passi da porta Fiorentina (video).

Vittima, un ragazzo di 26 anni che, lunedì sera, verso le 21,30, passeggiava a piedi in via della Palazzina. Stava andando dalla fidanzata quando tre persone, dall’accento dell’est gli si sono avvicinate con fare minaccioso.

Dopo averlo circondato, gli hanno frugato nelle tasche dei pantaloni. Hanno trovato solo un iPhone. Niente soldi, né altri oggetti di valore.

Il ragazzo li ha pregati di restituirgli almeno la sim. Ma i tre, per tutta risposta, lo hanno strattonato e minacciato di morte, per poi fuggire a piedi.

Immediato l’intervento della polizia. Le ricerche sono partite subito dopo la denuncia sporta in questura dal ragazzo. Agli agenti della volante, coordinati dall’ispettore Pietro Corinti ed entrati per primi in azione, si sono immediatamente aggiunti gli uomini della squadra mobile di Fabio Zampaglione.

In poco più di due ore i tre sono stati rintracciati. I poliziotti li hanno fermati appena in tempo: avevano forzato un ingresso della Prefettura per tentare un furto. Ad accorgersene, un agente del corpo di guardia, che ha immediatamente dato l’allarme ai colleghi.

“Un esempio di sinergia tra le forze dell’ordine che ci ha permesso di assicurare i tre alla giustizia, prima che commettessero un crimine”, ha commentato il capo della mobile Fabio Zampaglione.

I tre sono stati bloccati e perquisiti. Avevano con loro l’iPhone rubato un paio d’ore prima in via della Palazzina. Il 26enne rapinato, chiamato in questura, li ha riconosciuti e per loro sono scattate le manette per rapina e tentato furto aggravato in concorso.

Gli arrestati sono due romeni e un russo: Elyas Georghe Duca, di 23 anni, Gennady Bazhenov, 26enne russo e Dan Olaru, 33enne. Due di loro hanno precedenti per furto e rapina.


Condividi la notizia:
14 dicembre, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR