--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Squadra mobile - Arrestato 46enne con precedenti per abusi sessuali su minori

Bimba di 7 anni violentata mentre guarda i cartoni

di Stefania Moretti
Condividi la notizia:

Il capo della squadra mobile Fabio Zampaglione illustra i dettagli dell'operazione

Il capo della squadra mobile Fabio Zampaglione illustra i dettagli dell'operazione

Il capo della squadra mobile Fabio Zampaglione

Il capo della squadra mobile Fabio Zampaglione

Il sostituto commissario Mario Procenesi

Il sostituto commissario Mario Procenesi

Violentata sul divano, mentre guardava i cartoni animati (*video).

Così un 46enne originario di Roma, ma residente nel Viterbese, avrebbe abusato di una bimba di sette anni.

L’uomo è stato arrestato ieri sera dalla squadra mobile di Fabio Zampaglione, ma i fatti risalgono alla fine di gennaio.

Il 46enne faceva parte di una congregazione religiosa della provincia di Viterbo. La stessa cui si era avvicinata anche la madre della piccola, dopo la separazione dal marito.

L’arrestato avrebbe avvicinato la bambina proprio durante una delle riunioni della confraternita: un pranzo, dopo una funzione religiosa, che gli avrebbe dato l’occasione di appartarsi con la piccola, seduta su un divano nella stanza accanto a guardare i cartoni.

E’ stata la bimba a raccontare l’accaduto alla madre, rivoltasi subito alla Questura viterbese. Alla denuncia, è poi seguita l’audizione protetta della bambina, da parte degli agenti della sezione specializzata in reati su minori, guidata dal sostituto commissario Mario Procenesi e coadiuvata da un’équipe di psicologi.

Le testimonianze raccolte dalla squadra mobile hanno portato al presunto responsabile: un 46enne di origini romane, ma residente in provincia di Viterbo, con precedenti per reati analoghi.

Tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del 2000 era stato arrestato e poi condannato a quattro anni per violenza sessuale su minore, con interdizione per cinque anni dai pubblici uffici.

Aveva scontato la fine della pena agli arresti domiciliari presso una fondazione religiosa, prima di avvicinarsi alla congregazione viterbese.

Ieri sera, per il 46enne, è scattato di nuovo l’arresto, dopo l’ordinanza emessa dal gip di Viterbo Francesco Rigato, su richiesta del pm Fabrizio Tucci.

Al suo indirizzo a Roma, il 46enne risultava irreperibile. Rintracciato dagli agenti a Viterbo, è ora agli arresti domiciliari per violenza sessuale aggravata.


Condividi la notizia:
27 aprile, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR