--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il segretario provinciale di Confartigianato sulle opportunità che offre il festival di cultura digitale

De Simone: “Da Medioera un importante stimolo all’impresa artigiana 2.0”

Condividi la notizia:

Andrea De Simone

Andrea De Simone

Riceviamo e pubblichiamo – E’ in corso in questa settimana, con il baricentro nella bellissima Piazza del Gesù il festival “Medioera 2012”, organizzato dall’associazione Gioventù protagonista, che quest’anno dedica molta attenzione all’impresa artigiana , in particolar modo visto l’obiettivo del festival ad osservarla nelle sua declinazione verso le nuove tecnologie.

Una grande occasione questa di Medioera per dare maggiore visibilità al variegato e complesso mondo dell’artigianato; dimostrando agli studenti universitari e ai neolaureati, in particolar modo, come quest’ultimo possa costituire un interessante e valido sbocco occupazionale, superando le resistenze culturali all’accettazione di lavori non considerati congruenti con il proprio percorso formativo.

E’ importante incoraggiare l’imprenditoria giovanile uscendo così dagli stereotipi e dai luoghi comuni, e nello stesso tempo non compromettere la capacità di sviluppo di uno dei settori centrali della nostra economia, l’artigianato, messo seriamente a rischio dalla mancanza di competenze e professionalità sul mercato. E’ fondamentale non disperdere il ricco patrimonio di competenze capacità e abilità che ha fatto del nostro artigianato uno degli esempi del made in Italy all’estero.

E’ proprio in quest’ottica che è stato sottoscritto in questi giorni un protocollo tra Confartigianato, Censis e Ministero dello sviluppo economico per realizzare un Masterplan per promuovere il lavoro artigiano e i giovani, ovvero un piano di iniziative ed interventi finalizzato a favorire quanto più possibile l’incontro tra i giovani e il lavoro, innanzitutto operando per dare immagine a professioni e mestieri artigiani.

Nel prossimo anno scolastico sarà programmata la settimana dell’artigianato e della scuola da realizzarsi attraverso la formula “officine aperte” per mostrare ai ragazzi i luoghi di lavori più moderni e tecnologici di mestieri artigiani normali.

Mi piace ricordare conclude De Simone una citazione di Stefano Micelli ospite di una delle serate di Moedioera dal suo libro Futuro artigiano. “ Il problema dell’occupazione, in particolare dell’occupazione giovanile ci chiama ad una rivalutazione complessiva di tanti mestieri che richiedono l’intelligenza delle mani”.

Andrea De Simone
Segretario provinciale di Confartigianato


Condividi la notizia:
18 luglio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR