--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali 2013 - Primarie centrosinistra - Francesco Serra presenta la sua candidatura

“Spero di avere un confronto con gli altri candidati”

di Paola Pierdomenico

Condividi la notizia:

Il candidato alla primarie Francesco Serra

Il candidato alla primarie Francesco Serra

– “Spero di avere un confronto con gli altri candidati”.

Francesco Serra ha iniziato la sua battaglia in vista delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Viterbo. Trasparenza amministrativa, scuola, infrastrutture, Terme e integrazione delle frazioni saranno i cardini del suo piano di sviluppo per la città.

Serra si dice pronto a un confronto con gli altri candidati e in caso di sconfitta assicura di dare il suo sostegno al vincitore, come già fece prima di lui Renzi nella sfida contro Bersani per la scelta del premier.

Quali sono le cinque priorità da attuare a Viterbo?
“Trasparenza negli atti amministrativi e nelle opere pubbliche – esordisce Serra -. I cittadini devono essere messi a conoscenza di tutto perché non sono sudditi. Altro tema fondamentale sono le scuole, settore in cui fino ad ora è stato fatto il minimo sindacale. Viterbo, invece, ha bisogno di strutture che funzionino.

Serve poi intervenire per il miglioramento delle strade e la realizzazione delle infrastrutture, da quelle interne alla città alle grandi opere, in particolare la Superstrada. Se fino ad ora si è pensato solo di chiedere i soldi alla Regione, secondo me, è arrivato il momento di invertire la rotta anche con l’intervento di privati che permettano di arrivare a una fine.

Sono assolutamente favorevole a qualsiasi tipo di sviluppo privato delle Terme per favorire occupazione e turismo. Prima di tutto, però, il comune deve essere in grado di sviluppare le sue potenzialità, con le Terme Inps. Infine un tema a me molto caro è quello delle frazioni: da lì provengo e da lì penso di poter iniziare la mia avventura”.

Come sarà organizzata la sua campagna elettorale da qui al 7 aprile, giorno del voto?
“Ho fatto l’incontro di presentazione della candidatura a Bagnaia, ieri sono stato a Grotte e poi andrò a San Martino al Cimino. Imposterò la mia campagna a partire dalle frazioni per poi arrivare alla città. Gli abitanti della frazioni pagano le stesse tasse e hanno bisogno degli stessi servizi di cui dispongono gli altri. Eviterò comunque di essere rappresentante di un gruppo in particolare, cercando di parlare un po’ con tutti i soggetti che lavorano sul territorio”.

In caso di sconfitta, come si comporterà? Sosterrà il vincitore?
“Ovvio che sì – conclude Serra – non posso fare diversamente c’è un regolamento che ce lo impone, ma al di là di questo non ci dobbiamo scordare che alle passate primarie per la scelta del premier ho sostenuto Matteo Renzi e lui, dopo la sconfitta ha mantenuto la promessa fatta fin dall’inizio, di sostenere il vincitore. Questo per dire che la pensiamo allo stesso modo.

Ho avuto un ruolo importante nell’organizzare le primarie a Viterbo e quindi partecipo, discuto sulle problematiche e spero anche di fare qualche confronto con gli altri candidati. Se le perdo, poi, sarò pronto a sostenere il vincitore. Io vado per vincere è ovvio, ma sono comunque contento di questa competizione in cui si misurano tre profili diversi, ma tutti utili alla città”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
11 marzo, 2013

Elezioni comunali 2013 - Primarie centrosinistra ... Gli articoli

  1. Lavoro, centro storico e partecipazione
  2. "L'importante non è vincere le primarie"
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR