--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il sindaco di Viterbo ha incontrato insieme al deputato Alessandro Mazzoli il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando

Arsenico, accolta dal ministro la proposta di Michelini

Condividi la notizia:

Leonardo Michelini

Leonardo Michelini 

– E’ stata accolta dal ministro dell’Ambiente la proposta di Michelini e Mazzoli di introdurre un emendamento nel decreto del governo per la detrazione fiscale degli impianti di dearsenificazione.

Nel primo pomeriggio di oggi il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini e il deputato Alessandro Mazzoli sono stati ricevuti dal ministro dell’Ambiente Andrea Orlando nei suoi uffici romani.

Nell’incontro il sindaco Michelini e il deputato viterbese Mazzoli hanno proposto al ministro Orlando di farsi carico dell’introduzione di un emendamento al ‘Decreto Energia’, relativo alla detrazione fiscale delle spese sostenute da chi si dota di un impianto di dearsenificazione.

“Il ministro Orlando – commenta il sindaco Michelini – si è dimostrato attento alla nostra proposta e si è impegnato a portare l’emendamento all’attenzione della Camera.

Si tratta di una prima risposta concreta che mettiamo in campo per rendere potabile l’acqua delle abitazioni, in attesa di soluzioni definitive che richiedono sicuramente tempi più lunghi”.

A poter beneficiare della detrazione fiscale di circa il 65% delle spese sostenute sarebbero tutti i cittadini che installano un impianto di dearsenificatore ad uso domestico, o per altri usi connessi alle produzioni alimentari.

“Abbiamo condiviso con il ministro la proposta dell’emendamento – aggiunge Michelini -. Con la speranza che venga accolta in sede di discussione, sia io che l’onorevole Mazzoli siamo convinti del beneficio per la salute che ne trarrebbero i cittadini con l’installazione di questi piccoli impianti.

Nonostante le difficoltà dettate dalla situazione finanziaria, in attesa delle soluzioni definitive, e cioè l’avvio di un percorso per rendere l’acqua sana alla fonte, questa prima iniziativa rappresenta comunque una soluzione, seppure parziale, per la sicurezza alimentare.

Con questo incontro poi – conclude Michelini – abbiamo portato all’attenzione del ministro Orlando la questione dell’arsenico non solo nella Tuscia, ma anche in altre zone del territorio nazionale. Un incontro quello di oggi che sarà utile a sensibilizzare le istituzioni al problema”.

 


Condividi la notizia:
19 giugno, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR