--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Consiglio comunale - L'intervento del sindaco Leonardo Michelini

“Esattorie, c’è solo il tempo di salvare il salvabile”

Condividi la notizia:

Il sindaco Michelini in consiglio

Il sindaco Michelini in consiglio

Il consiglio comunale su Esattorie

Il consiglio comunale su Esattorie

– “E’ il tempo di solidarizzare con i lavoratori, tutti i lavoratori che hanno perso il posto, e cercare le soluzioni più idonee e stabili, a garanzia loro e dell’amministrazione”.

Con queste parole il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini è intervenuto oggi nel consiglio comunale in cui all’ordine del giorno era inserita la vicenda di Esattorie spa, l’azienda che fino allo scorso giugno riscuoteva i tributi per il Comune di Viterbo.

Due gli aspetti affrontati nella discussione: la gestione del servizio e la posizione lavorativa dei 38 dipendenti di Esattorie.

“Né io né la giunta – ha detto il sindaco Michelini – abbiamo intenzione ora di perdere tempo nella ricerca delle responsabilità, che saranno di sicuro accertate nei tempi e nelle sedi opportune. Sappiamo che l’emergenza è altra, ed è quella di trovare una soluzione in tempi rapidi sia per i 38 dipendenti che hanno perso il lavoro, sia per la gestione del servizio di riscossione dei tributi”.

Il sindaco ha poi espresso solidarietà a tutte le persone che in questi mesi hanno perso il lavoro, in particolar modo ai lavoratori di Esattorie.

“Quello che intendiamo fare ora – ha proseguito il sindaco – è cercare di salvare il salvabile. Quindi trovare una strada per recuperare prima possibile le cartelle in scadenza. E l’unico modo è acquisire l’archivio di Esattorie e avere tutti i dati relativi a ciò che è in scadenza e ciò che deve essere pagato. Questa è la tutela che dobbiamo garantire all’ente Comune e a tutti i cittadini di Viterbo.

Ora come ora, l’unico soggetto affidabile può essere il consorzio nazionale dei Comuni, promosso anche dall’Anci, per cercare di tutelare i lavoratori. Cercheremo inoltre di impegnare i parlamentari viterbesi a intraprendere iniziative ad hoc.

La giunta sta risolvendo provvisoriamente il problema della riscossione dei tributi in forma volontaria gestendolo in proprio e affidando il servizio coattivo a terzi.

Il mio impegno e quello della mia giunta – ha concluso il sindaco – è quello di non cercare scorciatoie, ma soluzioni definitive”.


Condividi la notizia:
23 luglio, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR