--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Il comitato Renzi sostiene la nomina dell'ex direttore Unindustria, assessore agli Affari generali

“Delli Iaconi è la persona giusta”

Condividi la notizia:

Antonio Delli Iaconi

Antonio Delli Iaconi

Riceviamo e pubblichiamo – In data 6 settembre 2013 si sono incontrati quanti hanno sostenuto Francesco Serra alle primarie e nelle elezioni comunali.

Sono state riconfermate per intero le ragioni di questa esperienza di partecipazione politica , in particolare il rinnovamento dei metodi e dei programmi .

In riferimento agli assetti di giunta comunale è stata condivisa la scelta di Francesco di non accettare la proposta di ingresso in giunta , coerentemente con un profilo che da priorità ai contenuti ed agli obiettivi dell’azione politica.

Il che non equivale ad una distinzione nelle responsabilità di amministrazione della città

Non abbiamo accettato di agire secondo pratiche consolidate : cioè rivendicare meccanicamente e ciecamente il “diritto” alla assegnazione degli incarichi secondo criteri di rappresentanza correntizia. Non avremmo avuto che da scegliere tra il valore di qualità e la quantità degli uomini e delle donne che hanno condiviso la nostra esperienza .

Per le deleghe specifiche che il Sindaco aveva previsto per Serra , abbiamo sempre immaginato e proposto profili diversi , guardando in primo luogo a esperienze e competenze professionali, politiche, relazionali .

Abbiamo inteso da subito superare questa logica nell’interesse della città. Abbiamo messo al primo posto l’impegno e la responsabilità di onorare il mandato a governare nel segno del cambiamento , che ha avuto inizio, seppur non esattamente come noi lo avremmo potuto declinare , dopo quasi vent’anni di esperienze di governo del centrodestra.

Su questo col Sindaco e con lo stesso PD abbiamo avuto qualche problema di condivisione e comunicazione.

Muovendo da questo approccio assumiamo ora la proposta , come già nettamente esplicitato da Serra, per l’assegnazione dell’incarico di assessore allo sviluppo economico a persona di sicura esperienza e capacità relazionale nell’ambito del mondo produttivo e del lavoro ; qualità che – per quanto ci riguarda – fanno premio anche sulle vicinanze e sul sostegno a Francesco Serra.

Noi pensiamo che la politica dello sviluppo economico debba farsi carico di realizzare, nei prossimi cinque anni, almeno questi tre obiettivi,

1) lo sviluppo del termalismo , a partire dalla utilizzazione produttiva dello stabilimento ex-terme inps dentro un più ampio progetto di città turistica

2) valorizzazione e sviluppo delle eccellenze e peculiarietà agricole e rurali , in un rapporto più intenso e strutturato con le competenze universitarie

3) innovazione e e riconversione sostenibile del tessuto urbano come moderna opportunità e leva di investimento e lavoro.

In una fase di scarsa disponibilità di risorse pubbliche sarà decisiva la capacità di attrarre e promuovere l’intervento imprenditoriale. In questa prospettiva assume particolare valore l’apporto di una capacità in sintonia con le dinamiche proprie del tessuto produttivo locale e non.

Delli Iaconi è un dirigente intelligente ed accorto da poter esercitare questo ruolo con la necessaria autonomia e autorevolezza; perché coltivi un rapporto di collaborazione aperto e trasparente con tutte le realtà politiche, istituzionali, ed associative che è premessa e condizione per dare concretezza e sostanza al mandato proposto.

Come tutti gli amministratori sarà poi giudicato sulla capacità di fare e fare bene.

Questo , e solo questo , il ragionamento, alla base della nostra proposta, che ci auguriamo possa rapidamente concretizzarsi.

Per il resto, è ora legittimo compito del sindaco, creare e promuovere le condizioni per cui tutti si possa dare il meglio per gli interessi della città.

Peraltro, contrariamente alle interpretazioni fornite da una parte della stampa, non esiste alcun accordo (o ancor peggio progetto di spartizione) della nostra area con altre correnti nel partito, o comunque con pezzi della vecchia politica.

Confermiamo che il senso del nostro impegno nella politica è esattamente il superamento definitivo dei metodi e dei contenuti che sono stati la politica delle correnti del partito democratico, e che hanno prodotto l’attuale scollamento tra la società e la rappresentanza politica; questa è stata la cifra dell’area che ha sostenuto Francesco Serra .

Che ci auguriamo sia anche il senso e l’orizzonte strategico della candidatura di Matteo Renzi a rinnovare il partito, e restituire, finalmente, alla gente e ai progressisti il governo dell’Italia.

Questo è ciò che abbiamo condiviso nell’incontro del 6 settembre.

Comitato Renzi


Condividi la notizia:
9 settembre, 2013

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR