--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Stato di diritto - Viterbo - Comune - Emanuela Dei racconta l'incontro col sindaco Michelini e spera in una celere approvazione della mozione presentata da Pd, Sel e Movimento cinque stelle

Coppie di fatto, solida apertura di Michelini

di Emanuela Dei
Condividi la notizia:

Emanuela Dei Arci Lesbica

Emanuela Dei 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Ieri sono stata ricevuta dal sindaco di Viterbo Leonardo Michelini.

Abbiamo parlato della raccolta firme per la petizione del registro delle coppie di fatto nel nostro comune e del testo della petizione.

L’adesione dei cittadini è stata alta e soprattutto non è diventata solo una battaglia degli omosessuali. I cittadini hanno aderito al riconoscimento dei diritti civili per le coppie che vivono al di fuori dell’istituzione matrimonio.

Il testo della petizione, ripresa da quella che l’assessore Mario Mieli presentato per il comune di Roma, è solamente un’affermazione del diritto che ogni coppia etero o omosessuale debba essere tutelata dal comune dove abita. Inoltre, abbiamo riflettuto sul cambiamento del tessuto sociale viterbese.

Non esistono solo coppie sposate ma tante persone che hanno deciso di vivere insieme al di fuori dell’istituzione matrimonio.

Parlando poi della posizione della Chiesa cattolica nei confronti delle unioni civili, ho ricordato che papa Bergoglio, che in vista del Sinodo sulla famiglia, ha chiesto ai suoi fedeli, per la prima volta nella millenaria storia del cristianesimo, di esprimere attraverso un questionario qual è il loro pensiero su contraccezione, coppie di fatto, etero e gay, comunione ai divorziati risposati.

Lo ha fatto, perché desidera capire come nel prossimo futuro dovrà essere annunciato il Vangelo e per raccogliere proposte che possano rendere più adeguata la Chiesa alle mutate necessità dei fedeli.

L’iniziativa di papa Francesco è stata accolta con stupore, interesse anche dagli omosessuali poiché, per la prima volta nella storia della Chiesa cattolica, si parla di noi in termini neutri senza accenni di condanna.

Facendo una considerazione sull’incontro avvenuto ieri, posso affermare di aver trovato una solida apertura, da parte del sindaco Michelini, al tema della diversità e un riconoscimento concreto per i diritti civili di ogni cittadino viterbese. Confido ora nella approvazione della mozione presentata da Pd, Sel e Movimento cinque stelle al comune di Viterbo.

Emanuela Dei

 


Condividi la notizia:
21 novembre, 2013

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR