--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - Viterbo - Ladri fanno esplodere la cassa - Bottino da quantificare e danni ingenti

Sventrata filiale Carivit, momenti di paura a Santa Barbara

Condividi la notizia:

La filiale sventra di giorno

La filiale sventrata di giorno

La filiale sventra di giorno con i vigili del fuoco al lavoro

La filiale sventrata di giorno con i vigili del fuoco al lavoro

La filiale sventra di giorno con i vigili del fuoco al lavoro

La filiale sventrata di giorno con i vigili del fuoco al lavoro

La filiale sventra di giorno

La filiale sventrata di giorno

Viterbo - Filiale Carivit sventrata

Viterbo – Filiale Carivit sventrata

Viterbo - Filiale Carivit sventrata

Viterbo – Filiale Carivit sventrata

Viterbo - Filiale Carivit sventrata

Viterbo – Filiale Carivit sventrata

Viterbo - Filiale Carivit sventrata

Viterbo – Filiale Carivit sventrata

Viterbo – Un’esplosione alle 4 del mattino e i ladri che scappano coi soldi (fotocronaca: Banca sventrata, momenti di paura a santa Barbara – Sventrata filiale Carivit).

C’è la polizia sulle tracce dei malviventi autori del furto di stamattina alla Carivit di Santa Barbara.

E’ ancora buio quando in via Porsenna, un violento scoppio distrugge l’entrata della banca e fa svegliare di soprassalto gli abitanti che vivono in zona, nel palazzo sopra l’istituto di credito.

I ladri, al momento ancora ignoti, hanno fatto saltare la cassa e portato via tutto il contenuto. Il bottino è ancora in via di quantificazione.

Ma ancor più della refurtiva preoccupano gli ingenti danni all’istituto di credito. Le spettacolari immagini, scattate in tempo reale e inviate da un lettore pochi minuti dopo il colpo, mostrano l’ingresso ridotto a un cumulo di rottami e fili.

Pure l’interno è praticamente andato distrutto e i locali commerciali confinanti, una parrucchiera e un centro estetico, hanno riportato danni.

L’esplosione è stata di una tale intensità, che pezzi di vetro, parti del bancomat e della porta d’ingresso sono stati scaraventati a diversi metri di distanza. Frammenti di vetro e plastica sono a terra anche dall’altra parte della strada, nel parcheggio antistante.

L’esplosione ha letteralmente sventrato l’accesso principale della filiale, oltre a tornare utile ai malviventi per la razzia. 

Sul posto vigilanza e polizia. Sull’episodio indagano gli agenti della questura di viale Romiti. I vigili del fuoco, arrivati in mattinata, hanno provveduto a una prima ricognizione e sistemazione dei locali della banca, oltre a controllare gli esercizi confinanti.

La zona intorno all’istituto di credito è stata transennata e i locali posto sotto sequestro.


Anche tu redattore – Segnalazione e foto inviati da un lettore

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente. Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia.

Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico.

Puoi inviare foto e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.


Condividi la notizia:
15 marzo, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR