--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Aggressione in pieno centro

82enne preso a pugni per aver cercato di aiutare una donna

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Ronciglione, l'arco in fondo a via Roma

Ronciglione, l’arco in fondo a via Roma – Sulla sinistra, il muretto accanto al quale è avvenuta l’aggressione

Ronciglione - La caserma dei carabinieri

Ronciglione – La caserma dei carabinieri

Ronciglione – Colpito da una scarica di botte solo per aver cercato di dare una mano.

Brutta avventura, ieri mattina, per Nello Capaldi, 82enne di Ronciglione.

L’anziano è stato ripetutamente colpito da un uomo sui quarant’anni, residente nel centro cimino, ma non originario di Ronciglione. L’aggressione sarebbe avvenuta intorno alle 9. 

L’unica ‘colpa’ dell’anziano sarebbe stata quella di essersi fermato per soccorrere una giovane donna che era in compagnia del 40enne. Ma sull’episodio, ancora tutto da ricostruire, sono in corso le indagini dei carabinieri. 

Difficile dire cosa sia successo di preciso e, soprattutto, cos’abbia scatenato la rabbia del 39enne. C’è chi sostiene di averlo visto dare in escandescenze. Non è ancora chiaro se la coppia stesse litigando. Né se la donna abbia minacciato di lanciarsi dal muretto o abbia rischiato di cadere accidentalmente o se, al contrario, c’era il 39enne in bilico sul parapetto. Quel che è certo è che appena l’anziano si è avvicinato per offrire il suo aiuto, il 40enne si è scagliato su di lui con calci e pugni, continuando a colpirlo anche mentre era a terra. Ma il signor Nello ha la scorza dura. A Ronciglione lo conoscono tutti come infaticabile e pieno di energie. 

Fortunatamente, non ha riportato gravi ferite. Ma dovrà sottoporsi a una lunga serie di analisi e controlli: gli è stato trovato addosso del sangue non suo e, in questi casi, scatta la profilassi contro le malattie infettive. Il 40enne sarebbe stato, invece, trattenuto in caserma dai carabinieri.

Resta il fatto – grave, gravissimo – che un uomo di 82 anni, che voleva solo aiutare, è stato preso a calci e pugni in pieno centro e in pieno giorno, tra l’indifferenza dei passanti. Effettivamente pochi, a quell’ora, di domenica mattina.

Solo una persona si sarebbe fermata per soccorrere l’anziano e chiamare i carabinieri. Le conseguenze potevano essere ben più gravi. 


Condividi la notizia:
22 dicembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR