--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Comune - Dopo la sfuriata del sindaco Michelini contro il presidente del consiglio, il movimento prende a sportellate il suo fondatore e ideatore

Viva Viterbo scomunica Filippo Rossi

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giacomo Barelli e Filippo Rossi

Giacomo Barelli e Filippo Rossi 

Viterbo – Viva Viterbo silura Filippo Rossi.

Le dichiarazioni del presidente del consiglio sulle attività culturali del comune e le iniziative degli ultimi due anni hanno mandato su tutte le furie il sindaco Leonardo Michelini.

Per la prima volta in un anno e mezzo il primo cittadino si è esposto in modo netto: il movimento o sta in maggioranza o va all’opposizione.

Michelini è stanco del fuoco amico.

La risposta non si è fatta attendere: pieno sostegno a Michelini e alla maggioranza ieri pomeriggio è arrivato dalla lista civica per bocca dell’esponente più alto in grado, l’assessore Giacomo Barelli. Ma non è bastato.

Il gruppo ha convocato d’urgenza un incontro ieri sera alle 21. Senza Filippo Rossi.

Un vertice durato poco più di un’ora e mezza al termine del quale è stato emesso uno stringato ma chiaro comunicato in cui si ribadisce che la voce di Viva Viterbo, la posizione ufficiale, sono rappresentate dall’assessore Giacomo Barelli e dal capogruppo in consiglio comunale Maria Rita De Alexandris. O dai comunicati a firma della lista civica.

In pratica pieno appoggio all’esponente di giunta e alla consigliera, scaricando il presidente del consiglio.

Quello che Filippo Rossi dice, afferma o sostiene, è a titolo personale. Non ha l’appoggio del gruppo. Non rispecchia il pensiero del movimento.

L’ideatore della lista civica finisce in un angolo. Il diretto interessato, Rossi, non parla. Ieri sera non rispondeva al telefono. Forse era al Focarone a Bagnaia o sulla graticola in cui è stato messo dai suoi.

Giovedì non era nemmeno in consiglio comunale. Difficile prevedere cos’abbia in mente.

Voci di corridoio parlano di contatti con esponenti dell’opposizione. Possibili intese? E’ presto per dirlo.

Resta il fatto che la lista civica è a un bivio e sta perdendo, o meglio, isolando colui il quale l’ha pensata e voluta.

I palloncini si stanno sgonfiando. Resta la buca.

Giuseppe Ferlicca


Articoli:  Viva Viterbo si allinea con Barelli – Leonardo Michelini: “Rossi non può stare in maggioranza e fare opposizione” – Giacomo Barelli: “Fiducia al sindaco, non c’è un caso Viva Viterbo” – Filippo Rossi: “Il Natale è stato un fallimento”

 


Condividi la notizia:
17 gennaio, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR