Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Guerra nel Pd - Lettera di 225 iscritti contro la riunione di stasera a Bagnaia

Censurato pure il segretario comunale Mancini

Condividi la notizia:

Carlo Mancini

Carlo Mancini

Viterbo – Pd, dopo Serra, l’Unione comunale di Viterbo censura pure il segretario di circolo Carlo Mancini. Con tanto di un nemmeno troppo velato preavviso di sfratto. Un altro capitolo dello scontro interno al partito, fra le due fazioni, la sinistra e i Popolari che nel capoluogo detengono la maggioranza.

Stasera a Bagnaia ha convocato una riunione, ma in una lettera sottoscritta da 225 persone (il 62 per cento degli iscritti) e spedita al segretario, si muovono dubbi sulla riunione stessa.

“La lettera – spiega la consigliera comunale Daniela Bizzarri – riporta 225 firme, spedite direttamente in originale al segretario per email e raccomandata”.

Con una ragione: “Per evitare maldestri tentativi di generare con l’incontro di area oggi convocato, confusione sulla linea politica del Pd di Viterbo, espressa ieri dall’unione e che è ampiamente maggioritaria nel circolo di Viterbo città”.

Nella missiva, un richiamo alle regole e una precisazione sul tipo d’incontro in programma oggi a Bagnaia, secondo gli scriventi.

“In un momento complesso della vita politica – si legge nella lettera – iI rispetto delle regole diventa fondamentale, non rispettare In norme avvilisce la democrazia e la trasforma in un arbitrio dove non esistono certezze, non si persegue il bene comune, ma si cerca, aggirando le suddette norme, di creare confusione e instabilità.

Una riunione di amici, una volta si sarebbe chiamata di corrente, chiunque la può fare ma non può usurpare l’assemblea degli iscritti con le proprie chiare competenze statutarie.

Pertanto i sotto elencati firmatari, iscritti del circolo di Viterbo con rinnovo 2014, espressione della maggioranza assoluta degli iscritti, con riferimento alla notizia appresa a mezzo stampa e da parte di alcuni anche per sms e via mail, ritengono necessario rappresentare quanto segue: l’assemblea di cui sopra risulta convocata irritualmente, mancando dei requisiti necessari quali ordine del giorno, certezza in ordine ai destinatari, rispetto dei tempi minimi per la comunicazione.

Pertanto, alla luce di queste considerazioni, i firmatari della presente, chiedono al segretario dei circolo Pd di Viterbo, di provvedere entro 15 giorni dal ricevimento della presente, alla convocazione, secondo quanto stabilito a riguardo dagli statuti e dai regolamenti dei Pd, di un’assemblea degli iscritti 2014, con all’ordine del giorno il seguente punto: verifica dell’attività svolta dal segretario e dalla segreteria del circolo Pd di Viterbo ed eventuali determinazioni politiche conseguenti alla modificata realtà dell’anagrafe degli iscritti”.

La lettera, oltre che al segretario di circolo Mancini è stata spedita anche a quello dell’unione Calcagnini, al presidente della commissione di garanzia dell’unione comunale e a quello della commissione regionale di garanzia Pd.


Condividi la notizia:
12 maggio, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR