--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Così il sindaco Giovagnoli sulla festa che si terrà il 27 e 28 giugno

“Be social, una manifestazione di grande interesse”

Ronciglione

Ronciglione

Ronciglione – “Una manifestazione nuova di rilievo, sia per le tematiche affrontate che per la presenza di associazioni che abbracciano vasta parte del viterbese e di Roma”.

Così il sindaco di Ronciglione Giovagnoli sulla manifestazione Be social.

Il comune – prosegue – ha voluto appoggiare la festa del sociale in quanto mette in rete più progetti di comune interesse, con il fine di creare sinergie tra gli enti coinvolti. Parteciperanno esponenti politici importanti e rappresentanti del settore, un dato che fa ben sperare per il successo dell’iniziativa e per le ripercussioni, in termini concreti, che avrà nel settore sociale del nostro territorio. Dopo il Cubo Festival nel 2013, il Palio delle Barche nel 2014, questa potrebbe essere la nuova manifestazione del 2015″.

La Festa del sociale “Be Social – Facciamo Rete” è stata presentata ufficialmente al pubblico nella giornata di sabato scorso, presso la sala consiliare del comune di Ronciglione.

Un programma ricco di appuntamenti, tra convegni, mostre fotografiche, mostre di pittura, animazione per bambini, cene lungo le vie del borgo, spettacoli musicali e di ballo, in cui protagonista è il mondo del sociale. Il week end del 27 e 28 giugno “Be Social” riempirà le vie dei Borghi medievali del paese con oltre quaranta tra associazioni ed artisti. La manifestazione è organizzata dalla Cooperativa Sociale “Il Funambolo” Onlus, con il Patrocinio e il contributo del Comune di Ronciglione, la collaborazione dell’Associazione Culturale Mariangela Virgili e con la partecipazione di circa trenta associazioni operanti nel terzo settore a Ronciglione, nella Provincia di Viterbo e di Roma.

Protagonista l’intero mondo del sociale, dagli anziani, ai minori, ai disabili, passando per le varie forme di volontariato.

La Festa nasce dall’idea di creare sempre più aggregazione e collaborazione tra le varie forme di lavoro nel sociale, sia nell’ambito privato che di volontariato. Ogni associazione presente – afferma Stefano Ciucci, Presidente della Cooperativa Sociale “Il Funambolo” ed organizzatore della manifestazione – avrà modo di farsi conoscere tramite stand informativi , dibattiti a tema e presentazioni; il tutto nella caratteristica cornice dei Borghi Medioevali di Ronciglione, con diversi artisti che si alterneranno sul palco di “Be Social”, con la possibilità di cenare all’aperto nelle vie dei Borghi a prezzi modici”.

Croce Rossa di Ronciglione, Unitalsi, Yuppiter di Capranica, Cooperativa Gaia Onlus di Roma, Associazione Culturale Fajaloby, sono solo alcune delle associazioni protagoniste della festa, che abbraccia vasta parte del viterbese e di Roma. Un coinvolgimento a 360 gradi, con lo scopo di instaurare una rete sociale nel territorio, auspicando la collaborazione tra i vari enti e l’individuazione di problematiche comuni, al fine di condividere scopi e metodologie di lavoro.

Al centro della manifestazione, due grandi tematiche, “Il disagio Sociale: nuovi bisogni e risposte efficienti, riflessioni condivise”, convegno che si terrà sabato 27 alle ore 18.30 e che vedrà intervenire, tra gli altri, il Sindaco di Ronciglione Alessandro Giovagnoli, l’Assessore ai Servizi Sociali Daniela Sangiorgi, Massimiliano Smeriglio (Vice Presidente della Regione Lazio), l’On. Alessandro Mazzoli (Commissione Parlamentare per la semplificazione), Riccardo Valentini (Vice Capogruppo PD Regione Lazio).

Nella giornata di domenica 28 giugno, sempre alle 18.30, avrà luogo il workshop “Rete Sociale e Territorio: sinergie e co-progettazione per contrastare il disagio”, con la partecipazione del Sindaco di Ronciglione Alessandro Giovagnoli, l’Assessore ai Servizi Sociali Daniela Sangiorgi, Mauro Mazzola (Presidente Provincia di Viterbo) ed Enrico Panunzi (Presidente Commissione Lavori Pubblici Regione Lazio).

Ogni giorno, a partire dalle 20, si potrà cenare sotto le stelle lungo la via del Borgo; dalle 21.00 le strade saranno animate da spettacoli tenuti dai diversi artisti che hanno aderito alla manifestazione.


Operare nel sociale, con iniziative nei settori della cultura, dello sport, della difesa dell’ambiente, e con attività di solidarietà e di informazione corretta, sono gli strumenti che il Comitato provinciale Aics ritiene insostituibili per la crescita della società e per lo sviluppo sociale ed economico.

Per questo motivo l’Aics ha sempre aderito prontamente ai tentativi posti in essere per la realizzazione di una Rete del sociale, per creare una fattiva collaborazione tra associazioni e momenti di scambio di proposte, capaci di promuovere la partecipazione dei cittadini alla costruzione di una società più giusta, composta da uomini e donne capaci di discernere, contestare e proporre.

La manifestazione Be social proposta dalla cooperativa sociale Il Funambolo, vorrebbe assumere questo aspetto e l’Aics ne condivide le finalità essendo in piena sintonia con le finalità.

Trenta realtà associative provinciali dell’ambito del volontariato saranno presenti con stand e con la partecipazione dei loro soci e dirigenti , per illustrare ai cittadini le proposte e le attività che le caratterizzano.

Parteciperemo all’evento domenica 28 giugno con un proprio stand e mostre fotografiche aperte dalle ore 10 alle ore 24 che evidenzieranno l’importanza che riveste l’informazione corretta, in particolare rispetto il problema della immigrazione.

Si tratta del progetto Informazione e diritti – Vicini, lontani- l’accoglienza degli altri, che continuiamo a svolgere con volumi e questionari nelle scuole della provincia di Viterbo.

Presso lo stand oltre le mostre fotografiche verranno raccolte firme propositive per il rispetto della legalità, verrà presentato il volume Informazione e diritti – Vicini e lontani l’accoglienza dell’altro – Questionario svolto tra gli studenti del viterbese, verranno raccolte le adesioni per la partecipazione al Premio letterario e al concorso fotografico Informazione e diritti vicini e lontani l’accoglienza dell’altro.

All’interno del contenitore Be Social,  si vorrebbe quindi portare un momento di approfondimento quale quello dell’immigrazione.

Raimondo Chiricozzi

26 giugno, 2015

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564