Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Santa Rosa - Giacomo Barelli boccia l'idea di Moricoli e Simoni di un trasporto a via della Conciliazione per il Giubileo - L'assessore: "Così è normale attirarsi le critiche dell'opposizione"

“Macchina a Roma? Una proposta priva di senso”

Condividi la notizia:

Giacomo Barelli

Giacomo Barelli 

Viterbo – (p.p.) – “Macchina a Roma? Una proposta priva di senso”.

Giacomo Barelli è in totale disaccordo con l’idea dei consiglieri Paolo Moricoli e Paolo Simoni di un trasporto della macchina a Roma per il Giubileo. Irrealizzabile e senza senso.

Sulla macchina preferisce non scherzare anche per non vanificare il lavoro di promozione che l’amministrazione sta portando avanti.

Non vuole fare polemica, ma di fatto, la maggioranza si divide ancora. Inoltre, sostiene che con certe proposte, le critiche dell’opposizione è quasi come andarsele a cercare.

“Non condivido l’idea del trasporto a Roma – dice Barelli -, perché mi sembra poco credibile e poco realizzabile. Una proposta che non rende merito a quello che l’amministrazione sta facendo per promuovere la macchina. Non scherziamo su cose serie, anzi, su certi argomenti, cerchiamo di essere più cauti”.

Per Barelli si rischia di farla diventare una barzelletta. “Vanifichiamo così il lavoro di marketing che stiamo facendo. La macchina è una cosa seria e va fatta conoscere per la città e per il riconoscimento dell’Unesco.

E’ il simbolo di Viterbo, qualcosa su cui non possiamo giocare. Vanno fatte proposte serie e supportate da fattibilità e senso logico. Questa non mi pare ce l’abbia ed è per questo che mi trova in disaccordo. Così è normale attirarsi le critiche strumentali dell’opposizione, è quasi come andarsele a cercare.

Ora, Fiore del cielo sta a Expo ed è visitata e apprezzata, grazie a un impegno serio e concreto. Smettiamola con idee al limite della realtà – conclude Barelli – perché rischiamo di scadere nel ridicolo”.


Condividi la notizia:
27 giugno, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR