--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Pallacanestro - A2 - Il 18enne viterbese, di proprietà dell'Olimpia EA7 Milano, giocherà una stagione in A2

Basket, Andrea La Torre in prestito all’Angelico Biella

di Samuele Sansonetti

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sport - Basket - Andrea La Torre

Sport – Basket – Andrea La Torre

Viterbo – Andrea La Torre in prestito per un anno all’Angelico Biella.

Un anno di gavetta, con la promessa di rientrare alla base più forte di prima. E’ questo, a grandi linee, l’obiettivo di La Torre, cestista viterbese di proprietà dell’Olimpia EA7 Milano.

Un obiettivo che è anche un’opportunità, visto che la compagine milanese è il top club a livello nazionale. E il fatto che abbia creduto in lui mettendolo sotto contratto è già un buonissimo punto di partenza.

Andrea La Torre è nato a Viterbo il 14 giugno 1997. Ala piccola, alto 204 centimetri, è cresciuto nelle giovanili della Stella azzurra di Roma.

E’ figlio e nipote d’arte. In effetti, giocavano a basket sia suo padre Gianluca (con Trieste e Arese in Serie A) che suo zio Massimo (con Napoli, Verona, Barcellona Pozzo di Gotto, Brindisi e Avellino).

Nel 2013 ha giocato gli europei under 16 e nel 2014 i mondiali under 17. Inoltre, nel mese scorso ha fatto parte della nazionale che ha giocato i mondiali under 19 a Creta pur essendo più piccolo di un anno.

Nel 2014 è stato poi incoronato Mvp del “Next generation tournament” di Roma, con il quale la Stella Azzurra si è guadagnata l’accesso al torneo under 18 delle final four di Madrid.

Nell’ultima stagione ha giocato in A2 gold con il Basket Veroli. Fino a febbraio, quando il club laziale ha annunciato il ritiro dal campionato.

Gli addetti ai lavori lo consideravano da tempo uno dei migliori prospetti giovanili a livello italiano ed europeo, e pochi giorni fa ne hanno avuto la conferma.

Lunedì 6 luglio l’Olimpia EA7 Milano ha ufficializzato l’ingaggio del ragazzo. Dichiarando, in una nota, di voler “investire sul futuro con Andrea”.

Dopo undici giorni di valutazioni da parte dello staff, ecco la decisione che ha reso più chiaro il futuro del ragazzo, almeno per la prossima stagione.

“La Pallacanestro Olimpia EA7 emporio Armani Milano – spiega la società in una nota del 17 luglio – comunica di aver ceduto all’Angelico Biella in prestito per un anno il giocatore Andrea La Torre. Nato a Viterbo il 14 giugno 1997, ala piccola di 2,04, La Torre ha firmato un contratto pluriennale con l’Olimpia nello scorso mese di giugno”.

Un anno di gavetta, quindi. Con la possibilità di crescere e migliorarsi all’interno di una realtà più piccola, per guadagnarsi una chance nel campionato maggiore.

Al Biella forum La Torre indosserà la maglia numero 9 e ritroverà in squadra Alessandro Grande, già suo compagno a Veroli.

Sono molto felice di venire a giocare a Biella – le prime parole del neo rossoblù – perché ho davanti a me una grande opportunità e darò il massimo per la maglia e per i tifosi. Ho molta voglia di lavorare e Biella è il posto perfetto per farlo. Sono contento di ritrovare Alessandro Grande, insieme a lui sono sicuro che integrarmi nel nuovo spogliatoio sarà ancora più facile. Non ho mai giocato a Biella, l’anno scorso con Veroli non ci siamo incrociati, mi hanno però raccontato del grande calore della tifoseria. Solo il pensiero di giocare in un palazzo con tanto pubblico mi trasmette una carica incredibile”.

Parole cui ha fatto seguito l’augurio di coach Michele Carrea, il nuovo tecnico del giocatore.

La scorsa stagione a Veroli – ha spiegato Carrea – Andrea ha dimostrato di poter tenere la categoria, ora noi gli chiediamo uno step in più in termini di continuità e di identità. Ha affrontato un percorso giovanile con molta pressione addosso ma ha tutto il margine per mostrare il proprio valore. Sappiamo che su di lui sono riposte tante aspettative. Noi vorremmo creargli intorno le condizioni ideali affinché possa migliorare e continuare a crescere nei tempi giusti. Le sue qualità fisiche sono sotto gli occhi di tutti. È un giocatore che ha fisicità per difendere su tre ruoli, ha le qualità tecniche per giocare sull’uno e pensiamo possa dare un contributo anche sul due. Come giocatore sa fare tutto: è un suo punto di forza ma potrebbe essere anche un suo limite. Lavoreremo per rafforzare i suoi punti forti, pulire la sua pallacanestro e trasformarlo in un giocatore senior. Questo è il nostro obiettivo”.

Un obiettivo che Andrea La Torre avrà sicuramente condiviso appieno. Ovviamente la strada è ancora lunga, ma il binario è quello giusto.

Samuele Sansonetti

19 luglio, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR