Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Consiglio comunale - Bilancio - Preannunciato ricorso al Tar - Resta solo De Domincis (M5s)

La minoranza abbandona i lavori

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo - Comune - La protesta dell'opposizione

Viterbo – Comune – La protesta dell’opposizione 

Viterbo – La minoranza abbandona il consiglio comunale.

Sul bilancio è rottura definitiva, il centrodestra lascia i lavori, ma non si ferma qui. Rifiutata dal centrosinistra l’ultima proposta, quella di rivolgersi al prefetto, ritenendo non legittimo il contingentamento dei tempi, la scelta è di mollare il centrosinistra al suo destino.

Poi andranno in prefettura e quindi ricorreranno al Tar.

“Impossibile – dice Santucci (Fondazione) – con la procedura adottata, la rotazione di cinque emendamenti alla volta, discutere.

Dopo 17 ore ne sono stati approvati solo nove. Io avrei parlato fra cinquanta ore. Abbiamo chiesto un ordine diverso, il prefetto si era detto disposto a trovare una sintesi.

Si è preferito non coinvolgerlo”.

L’opposizione esce di scena. Tranne Gianluca De Dominicis (M5s). Che resta per leggere i propri emendamenti e poi ritirarli.

Diverso modo di protestare. Non apprezzato dal resto dell’opposizione. “Sicuramente – dice Luigi Maria Buzzi (M5s) – ha avallato il documento sottoposto dalla capigruppo, restando.

Ci doveva essere una risposta in blocco di tutto il gruppo”.

Punti di vista diversi.

“Noi siamo fuori dall’aula – continua Chiara Frontini (Viterbo 2020) – perché riteniamo la procedura illegittima e delegittimata la maggioranza. Incapace di portare avanti la discussione secondo le regole”.

E mentre l’opposizione in sala Regia improvvisa una conferenza stampa, nella sala del consiglio la maggioranza discute gli emendamenti della stessa opposizione.

“Una sgarbatezza istituzionale e un delirio di onnipotenza – osserva Frontini – scelgono loro quali votare, bocciandoli tutti. Mai successo una cosa simile in passato.

La frattura con la città questa coalizione l’ha già consumata, il nostro solo obiettivo d’ora in poi sarà archiviare l’esperienza amministrativa e mandarli a casa.

Quello di oggi è solo il primo passo”.

Per Galati l’atteggiamento del centrosinistra è vergognoso e per Buzzi: “E’ l’ennesima dimostrazione di come la maggioranza si senta forte solo in base ai numeri e non cerca il confronto.

Il muro contro muro è partito da loro. L’apertura il sindaco l’ha fatta solo alla stampa”.

Mentre Marini (FI) dal 27 luglio ha cominciato a prendere nota: “Di tutta una serie d’irregolarità fino a oggi. Si copre l’incompetenza con l’arroganza”.

E anche qualcos’altro. “Oltre all’arroganza – incalza Sberna (FI) – anche delirio d’onnipotenza. Citano provvedimenti presi dal comune di Roma, ormai stanno a livello del Parlamento. Secondo me farebbero bene a tornare sulla terra”.

Preoccupato pure il consigliere regionale Daniele Sabatini (Ncd) presente alla conferenza stampa.

“Non solo col documento con cui hanno tagliato i lavori – osserva Sabatini – hanno preso in giro nove consiglieri d’opposizione, ma anche la cittadinanza e il prefetto. Questa è sciatteria politica. Mai vista prima. Di questa gente non ci si può fidare”.

Quindi un anticipo di quello che accadrà domani. Tutti dal prefetto, se vorrà riceverli e poi il ricorso al Tar. Sulle tariffe e il bilancio.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
30 agosto, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR