Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Santa Rosa - L'arrivo della macchina alla basilica è come un lampo nella notte, luminoso e potente - La soddisfazione dell'ideatore Raffaele Ascenzi

“Hanno portato Gloria in alto nel cielo”

di Maria Letizia Riganelli

Condividi la notizia:

L'arrivo di Gloria a Santa Rosa

L’arrivo di Gloria a Santa Rosa 

L'arrivo di Gloria a Santa Rosa

L’arrivo di Gloria a Santa Rosa 

L'arrivo di Gloria a Santa Rosa

L’arrivo di Gloria a Santa Rosa 

L'arrivo di Gloria a Santa Rosa

L’arrivo di Gloria a Santa Rosa 

L'arrivo di Gloria a Santa Rosa

L’arrivo di Gloria a Santa Rosa 

Viterbo – E’ potenza ed eleganza. E’ magia. Ed è bella da togliere il respiro (gallery:  La salita verso il santuario – slide).

Gloria squarcia il buio della notte viterbese.

E’ un lampo che corre. E mentre sale sulla salita, trainata e trasportata dai facchini, è come un bagliore nel cielo. Il trasporto 2015 della macchina di santa Rosa si conclude con perfezione, proprio come è iniziato.

Gloria, la macchina di Santa Rosa di Raffaele Ascenzi, arriva alla basilica dando prova non solo di bellezza ma anche di perfezione.

La mezzanotte è scoccata da pochi minuti e i facchini, stremati dopo un lungo trasporto, stringono i denti per lo sforzo finale. Dura poco, ma, per le loro facce contratte, è come se fosse infinito.

Appena Gloria tocca terra e i cavalieri di Rosa alzano la testa al cielo scoppia un applauso che stordisce e la commozione sale.

Le prime parole del presidente del sodalizio Massimo Mecarini sono tutte per i suoi facchini: “Grandi, grandissimi, insuperabili”.

Anche l’ideatore Raffaele Ascenzi, che ha assaporato la salita stando all’interno della macchina di santa Rosa, ha parole solo per loro: “Hanno portato Gloria in alto nel cielo”.

E ora che la piccola santa domina Viterbo dalla basilica anche il capo facchino Sandro Rossi può sorridere e rilassarsi: “C’è stata qualche difficoltà al Corso, ma avevamo studiato per bene il percorso e tutto è andato bene. Sono soddisfatto”.

Il sindaco Leonardo Michelini che ha seguito tutto il trasporto a due passi da Gloria è estasiato: “Questo è frutto dei viterbesi, segno di quante cose stupende possiamo fare insieme”.

 Maria Letizia Riganelli

 


Condividi la notizia:
4 settembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR