Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Progetto per palazzo Santoro dominato da una struttura in vetro accessibile

Una piazza del sapere alla biblioteca degli Ardenti

Condividi la notizia:

Palazzo  Santoro - Il progetto della biblioteca

Palazzo Santoro – Il progetto della biblioteca

Biblioteca degli Ardenti - Il plastico del progetto di recupero

Biblioteca degli Ardenti – Il plastico del progetto di recupero

Claudio Strinati

Claudio Strinati

Biblioteca degli Ardenti - Il plastico del progetto di recupero

Biblioteca degli Ardenti – Il plastico del progetto di recupero

Paolo Pelliccia

Paolo Pelliccia

Ardenti - La presentazione del progetto di recupero

Ardenti – La presentazione del progetto di recupero

Viterbo – (g.f.) – La biblioteca degli Ardenti si trasforma in una piazza della cultura (galleryslide).

Un progetto studiato dal Consorzio biblioteche che per ora vive su slide e in un plastico, ma che potrebbe trasformarsi in realtà. Con una spesa relativamente contenuta e possibili interventi da parte di privati.

L’idea, presentata al Consorzio biblioteche da Paolo Pelliccia e Claudio Strinati, mette insieme la nostra memoria e la modernità. Attraverso la sistemazione di palazzo Santoro, già dall’ingresso.

Al posto di cancello, inferriata e zona zona aperta, un’entrata tutta in vetri che prosegue all’interno.

Attraverso un ascensore, sempre in vetro e una rampa, sarà possibile accedere alla parte superiore. Un grande terrazzo, una piazza sul tetto, immaginata come luogo di confronto e di scambio d’interessi culturali. Ma anche di piacere.

Il recupero unisce gli spazi di piazza Verdi con quelli di piazza Campoboio. Un ambizioso progetto per una struttura all’avanguardia nel cuore di Viterbo, che avrebbe anche il pregio di mettere in risalto l’immenso tesoro di sapere custodito agli Ardenti, ma che per ragioni di spazio ed economiche, è solo in parte fruibile.

Al Consorzio stamani la presentazione, con il sindaco Leonardo Michelini, gli assessori Alessandra Troncarelli, Antonio Delli Iaconi, Raffaela Saraconi, il consigliere Marco Ciorba e il presidente della provincia Mauro Mazzola.

“Palazzo Santoro – spiega Paolo Pelliccia – deve diventare biblioteca scientifica per studiosi. Per i fondi, ho incontrato banchieri importanti e ritengo che il progetto sia sostenibile, possiamo portare a casa il finanziamento. Poi il comune valuterà e deciderà.

In questo modo, la zona avrebbe il sapere, fruibile, con la biblioteca, la parte culturale con il teatro e il sacro, con il complesso di santa Rosa”.

Il progetto è stato realizzato dagli architetti Giulia Algieri e Mauro Zangrillo. “Hanno fatto un dono alla città – spiega Pelliccia – chiedendo un rimborso spese simbolico”. Hanno partecipato anche Ance e Unindustria.

A Claudio Strinati il compito di spiegare il senso di un’operazione del genere: “Il concetto è la centralità della cultura.

Il fruitore entra in uno spazio antico, solo adeguato, sale in un corridoio trasparente, fino ad arrivare a una terrazza pensata come piazza.

E’ un’occasione importante e degna di massima attenzione”. Che sarà presentata di nuovo alla presenza del presidente della regione Zingaretti e dell’assessora Ravera.

Per il sindaco Leonardo Michelini è un’idea su cui investire: “M’impegno anche con gli assessori presenti a definire maggiormente ogni aspetto. Tra l’altro per Campoboio c’è un piano di recupero che potrebbe sposarsi con questa proposta”.

L’idea piace anche al presidente della provincia Mauro Mazzola, ma è un peccato che con la legge Delrio di riordino delle province, si siano messe in difficoltà strutture che funzionano, come il Consorzio biblioteche o il laboratorio di restauro.


Condividi la notizia:
14 dicembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR