Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Basket - Al PalaPulerà di Catanzaro i biancostellati escono sconfitti di un solo punto - Vince il Mastria vending 67-66

La Terra di Tuscia sfiora l’impresa

Condividi la notizia:

Sport - Basket - Stella azzurra - Valerio Marsili

Sport – Basket – Stella azzurra – Valerio Marsili 

Sport - Basket - Stella azzurra - Michele Peroni

Sport – Basket – Stella azzurra – Michele Peroni 

Sport - Basket - Stella azzurra - Umberto Fanciullo

Sport – Basket – Stella azzurra – Umberto Fanciullo 

Mastria Vending Catanzaro – Terra di Tuscia Stella azzurra VT 67-66 (parziali 19-16/15-6/19-23/14-21).

MASTRIA VENDING CATANZARO: Carpanzano (23), Naso (13), Abassi (5), Di Dio (8), Sereni (11), Calabretta (1), Latella (6), Infelise, Cossari.
Panchina: Rotundo.
Coach: 
O. Pullano.
Assistenti: D. Cattani e D. Chiarella

Punti da palle perse: 5.
Punti in area: 28.
Punti in contropiede: 0.
Seconda opportunità: 2.

TERRA DI TUSCIA STELLA AZZURRA VT: Marcante (11), Giancarli (12), Peroni (15), Mathlouthi (6), Marsili (11), Meroi (3), Cianci (5), Rovere (3).
Panchina: Ndiaye.
Coach: U. Fanciullo.
Assistenti: U. Cardoni e V. Balestrino.

Punti da palle perse: 9.
Punti in area: 24.
Punti in contropiede: 0.
Seconda opportunità: 10.


La Terra di Tuscia sfiora l’impresa a Catanzaro.

Contro il Mastria vending i biancostellati si rendono protagonisti di una prestazione bellissima, sfiorando la vittoria contro una delle formazioni più in forma del girone e perdendo per un solo punto.

Al PalaPulerà coach Pullano parte con suo quintetto standard, formato da Carpanzano, Naso, Abassi, Di Dio e Sereni.

Stessa scelta per Fanciullo, che conferma Marcante, Giancarli, Peroni, Mathlouthi e Marsili.

Proprio quest’ultimo segna il primo canestro di un match che parte veloce e si mantiene in sostanziale equilibrio per tutto il primo quarto, che finisce 19-16.

Equilibrio che Catanzaro prova a rompere all’inizio della seconda ripresa, segnando dieci punti a ripetizione con Sereni (2+2), Carpanzano (2+2) e Naso, inframmezzati da un solo tiro libero di Peroni.

A metà quarto le due squadre si trovano sul 29-17 e la Terra di Tuscia è costretta a rincorrere.

I biancostellati tentano la reazione con Giancarli (2), Marcante (2) e Rovere (1) ma non riescono ad assottigliare i 12 punti di svantaggio, andando a riposo sul 34-22.

Dopo l’intervallo lungo la Terra di Tuscia rientra in campo ancora più determinata e nel terzo quarto va in scena un testa a testa incredibile.

Entrambe le squadre vanno a segno a ripetizione e il parziale della ripresa è il più prolifico del match: 19-23, con i biancostellati che non mollano nulla e si mantengono in vita, recuperando quattro punti importantissimi.

Il finale è ancora una volta da urlo, con Catanzaro che cerca di tenere a distanza la Terra di Tuscia, che inizia a macinare punti senza nessuna pietà.

A cinque minuti dal termine il risultato è di 58-54 e due centri firmati Mathlouthi e Marcante lo portano sul 58 pari.

Subito dopo segna Sereni (2), ma gli rispondono Marsili (2) e soprattutto Peroni, che con una tripla porta i suoi in vantaggio (60-63).

Una tripla di Carpanzano riporta il risultato in parità ma un’altra tripla di Giancarli sposta ancora una volta il punteggio verso Viterbo.

Ma a pochi istanti dal termine ecco la beffa. Di Dio realizza due tiri liberi portando il risultato sul 66-66 e poco dopo Abbassi realizza un altro tiro libero, che sancisce il definitivo 67-66.

Una doccia gelata per i ragazzi di Umberto Fanciullo, in gara per tutta la partita e in grado di tenere testa a giocatori del calibro di Carpanzano, autore di ben 23 punti.

Nonostante la sconfitta la Terra di Tuscia esce a testa altissima, con la consapevolezza sempre maggiore che se la può giocare alla pari con tutte.

Consapevolezza che servirà soprattutto nelle prossime quattro partite, quando i biancostellati affronteranno nell’ordine Eurobasket Roma, Palermo, Scafati e infine Napoli, ultima gara del girone di andata.


Serie B – girone C
undicesima giornata
domenica 6 dicembre

Roma gas Eurobasket Roma – Bpc Virtus Cassino 82-77
Use Computer gross – Mimi’s Napoli basket 61-55
Nuova aquila Palermo – Luiss Roma 87-64
In più Broker basket Scauri – Oasi di kufra Fondi 105-76
Mastria Vending Catanzaro – Terra di Tuscia Stella azzurra Vt 67-66
Mec San Maddaloni – Al discount dynamic Venafro 79-65
Citysightseeing Palestrina – Stella azzurra Roma 88-84
Cesarano Scafati – Il Globo Isernia 93-76


Serie B – girone C
la classifica

Roma gas Eurobasket Roma 20
Mimi’s Napoli basket 18
Citysightseeing Palestrina 18
Bpc Virtus Cassino 16
Nuova aquila Palermo 16
Terra di Tuscia Stella azzurra Vt 14
Mastria Vending Catanzaro 14
Cesarano Scafati 12
Use Computer gross 10
In più Broker basket Scauri 10
Luiss Roma 8
Stella azzurra Roma 6
Il Globo Isernia 6
Oasi di kufra Fondi 4
Mec San Maddaloni 4
Al discount dynamic Venafro 2


Condividi la notizia:
6 dicembre, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR