Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dell''ufficio speciale voluto dal comune per interventi mirati se ne sono perse le tracce

Che ce frega del centro storico…

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo - Comune - L'assessora all'urbanistica, Raffaela Saraconi

Viterbo – Comune – L’assessora all’urbanistica, Raffaela Saraconi

Viterbo - Degrado e approssimazione a palazzo dei Priori

Viterbo – Degrado e approssimazione a palazzo dei Priori – Escrementi di piccione sulle scale

Degrado a Viterbo

Degrado a Viterbo

Viterbo – Che ce frega del centro storico…

L’amministrazione Michelini sulla città dentro le mura si è spesa e molto. A chiacchiere.

Le piazze liberate dalle auto e oggi di nuovo invase in barba ai divieti, la riqualificazione dei portici di palazzo dei Priori che l’assessora Ciambella, nonché vice sindaca, nonché ex segretaria di Fioroni aveva promesso d’avviare a dicembre 2014 o il recupero dell’ex tribunale a piazza Fontana Grande. O ancora la tutela delle fontane storiche, oggi utilizzate come parcheggio per le auto.

In compenso sono state sostituite le luci nel quartiere medioevale senza un minimo studio su una parte della città così importante e lampioni storici come quelli a piazza della Rocca sono stati oggetto di scempio sacrificati alla tecnologia led.

Però quest’amministrazione ha molto a cuore il centro storico.

Tanto che nel novembre 2013 diede addirittura vita a un ufficio speciale per i centri storici, di Viterbo e frazioni. Ne facevano parte sette tecnici del comune, con il compito di rilanciare il nucleo antico del capoluogo in base alle linee guida dettate dal consiglio comunale, la riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale, storico e architettonico e immobiliare.

Obiettivi definiti strategici per il comune, nella delibera d’approvazione. Con tempi certi.

L’ufficio si era dato un tempo. Due anni, appunto, scaduti a fine 2015.

Siamo nel 2016, anno nuovo ma dell’ufficio speciale che ne è? Silenzio. Poteva essere rinnovato ancora per 365, invece tutto tace. Come dell’osservatorio. Nessuno sa più nulla.

Eppure, non è che i problemi siano stati risolti. Restano.

Non la devono pensare così in comune. La prospettiva dal settore Urbanistica deve essere diversa.  

L’ufficio aveva il compito di definire proposte per arrivare alla progressiva chiusura al traffico veicolare. Si è visto. Non sono stati presi provvedimenti nemmeno per le festività di Natale. Se non fosse per l’infomobilità saremmo all’anno zero.

Poi l’assessore all’Urbanistica avrebbe dovuto verificare l’avanzamento del progetto e il raggiungimento dell’obiettivo finale, riferendo a giunta e consiglio comunale. Raffaela Saraconi se ci sei batti un colpo.

Dell’attività della struttura, i cittadini avrebbero dovuto essere informati tramite stampa e sito istituzionale. Come no.

Quindi le proposte per la delocalizzazione del mercato del sabato. Valle Faul è completata, gli attacchi ci sono, gli ascensori completati, ma qualcuno ne sta parlando?

Infine incentivi e contributi per le facciate. Dopo un primo intervento, che ne è stato? Stesso discorso, la tutela delle fontane. A malapena sono pulite.

Grande successo dell’amministrazione Michelini. L’ennesimo. O per usare un’espressione cara al sindaco, è un’altra: “Occasione di crescita irripetibile che abbiamo in questo periodo”. Certo.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
18 gennaio, 2016

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR