--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Fabrica di Roma - La figlia 14enne trasportata a Belcolle in codice rosso

Moto nel dirupo, muore centauro

Condividi la notizia:

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo - Il luogo dell'incidente

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo – Il luogo dell’incidente

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo - Il luogo dell'incidente

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo – Il luogo dell’incidente

Fabrica di Roma - La moto finita nel dirupo - Il luogo dell'incidente

Fabrica di Roma – La moto finita nel dirupo – Il luogo dell’incidente

L'eliambulanza del 118

L’eliambulanza del 118

Carabinieri

Carabinieri 

Fabrica di Roma – Finisce in tragedia la gita in moto di padre e figlia.

Poco dopo le 17, una motocicletta è finita fuori strada e poi in un burrone, in località Quartaccio. A bordo, G.R., 47enne, e la figlia di 14 anni.

Secondo una nota diramata dai soccorsi, “la moto, affrontando una curva nemmeno molto accentuata è finita fuori strada precipitando in un dirupo  coperto di cespugli e prossimo a un torrente. Nella caduta l’uomo è deceduto mentre al figlia ha riportato politraumi diffusi e una forte contusione alla testa, ma non è in pericolo di vita”.

Per il centauro non c’è stato nulla da fare. La figlia, invece, è stata trasportata a Belcolle in codice rosso.

“Il personale a bordo – continua la nota dei soccorsi – viste le condizioni dell’uomo e della ragazza ha ritenuto necessario l’intervento dell’eliambulanza Pegaso 33 di stanza a Viterbo, che è giunta sul luogo del sinistro in un brevissimo lasso di tempo. L’intervento dell’équipe sanitaria a bordo dell’elicottero regionale (medico rianimatore anestesista e infermiere dell’emergenza) però non ha potuto evitare il decesso dell’uomo, nonostante siano state messe in atto tutte le tecniche di rianimazione previste. La ragazza, invece, dopo essere stata stabilizzata è stata imbarcata sul mezzo dell’elisoccorso e condotta presso l’ospedale Belcolle di Viterbo dove è stata presa in carico dal Dea con codice rosso”.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione locale per i rilievi finalizzati ad accertare la causa dell’incidente.

Nessun altro mezzo è rimasto coinvolto.


Condividi la notizia:
14 aprile, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR