--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bomarzo - I consiglieri di minoranza della lista Uguaglianza attaccano il sindaco Cialdea: "Ci rivolgeremo alle autorità competenti per mettere fine a questa situazione"

“Acqua torbida nella frazione di Mugnano”

Condividi la notizia:

Bomarzo

Bomarzo

Bomarzo – Riceviamo e pubblichiamo – Nel mese di novembre 2015, il gruppo di opposizione “Lista uguaglianza” nel corso di una seduta del consiglio comunale, segnalò al sindaco di Bomarzo Ivo Cialdea l’inconveniente sulla rete idrica della frazione di Mugnano, sollecitandolo ad avviare azioni nei confronti della Talete spa.

Alla nostra richiesta, il sindaco rispose che avrebbe invitato il gestore a mettere in atto azioni che potessero definitivamente portare a una rapida risoluzione del problema attraverso l’installazione di un “torbidimetro”.

Nel mese di marzo 2016, visto il perdurare della situazione, abbiamo segnalato al presidente della Talete spa Salvatore Parlato, al presidente dell’Ato Mazzola e al servizio igiene pubblica della Asl di Viterbo l’inconveniente “acqua torbida” che si veniva a manifestare nella rete idrica comunale della frazione di Mugnano in Teverina.

Successivamente, nello stesso mese di marzo, è stata trasmessa una petizione popolare al presidente della società e al garante del servizio idrico regionale, con la quale cinquanta cittadini utenti segnalavano la situazione e chiedevano un rapido intervento.

Alle nostre segnalazioni, alla petizione popolare e alle richieste telefoniche inoltrate direttamente alla Talete spa nessuno ha risposto e, considerato che, a seguito delle ultime piogge, per l’ennesima volta riemerge la grave situazione, dobbiamo constatare che molto probabilmente non sono stati eseguiti interventi tali da garantire un servizio adeguato.

Ricordiamo che Talete spa gestisce il servizio idrico dal 2009 e quando prese in carico il servizio nel serbatoio di approvvigionamento di Mugnano era installato un “torbidimetro” che garantiva la qualità del servizio nelle situazioni di emergenza.

Il silenzio del sindaco, del presidente della Talete, del presidente dell’Ato, della Asl di Viterbo – servizio igiene pubblica, ci fa capire che forse considerano i nostri concittadini di Mugnano figli di un dio minore?

Riscontriamo purtroppo ancora una volta l’assenza del sindaco Cialdea e della giunta comunale, sui reali problemi dei cittadini.

Ricordiamo al sindaco che qualche giorno dopo le elezioni, 3 giugno 2015, alle domande di un giornalista: Ha un programma dei 100 giorni? Quali sono le vostre priorità? Lei rispose: “sicuramente una delle prime cose da fare è risolvere la questione dell’acqua a Bomarzo e Mugnano. Quando piove dai rubinetti esce l’acqua sporca, questo non può più accadere”.

Considerato che, in questo anno, lei non ha fatto nulla per risolvere il problema dei cittadini di Mugnano, il gruppo di minoranza “Lista uguaglianza”, si farà promotore presso le autorità competenti al fine di porre fine a una situazione igienico-sanitaria.

Roberto Furano
Marco Perniconi
Marzia Arconi
Consiglieri comunali lista Uguaglianza comune di Bomarzo


Condividi la notizia:
22 giugno, 2016

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR