Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Il neo comandante Roger Vai alla cerimonia d'avvicendamento - Subentra a Paolo Briancesco

“Un onore essere al vostro comando”

di Raffaele Strocchia

Condividi la notizia:

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Il comandante Roger Vai

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – Il comandante Roger Vai

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Cerimonia d'avvicendamento

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – Cerimonia d’avvicendamento

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Cerimonia d'avvicendamento

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – Cerimonia d’avvicendamento

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Fernando Giancotti e Paolo Briancesco - Sullo sfondo le autorità

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – Fernando Giancotti e Paolo Briancesco

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - Fernando Giancotti e Roger Vai

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – Fernando Giancotti e Roger Vai

Viterbo - Scuola marescialli aeronautica - La banda

Viterbo – Scuola marescialli aeronautica – La banda

Viterbo – La scuola marescialli dell’aeronautica ha un nuovo comandante. E’ il colonnello Roger Michele Vai.

Cambio al vertice della caserma Tommaso Fabbri di Viterbo. Dopo due anni lascia il colonnello Paolo Briancesco. Era comandante dal 30 settembre 2014, anche se a Viterbo arriva l’anno precedente come vicecomandante.


Multimedia: Scuola marescialli aeronautica, il nuovo comandanteslide – video


“Il primo, commosso, pensiero va ai caduti per la patria – esordisce Briancesco – che hanno sacrificato la propria vita per tutti quei valori che diamo per scontato. In questi anni ho cercato di porre al centro della mia attività l’allievo, vera anima di questo comando.

Sono fiero delle innovazioni e dei progressi, pilastri fondamentali di tutta l’aeronautica, fatti dalla scuola. Sono fiero del suo carattere universitario. Sono orgoglioso e rendo merito alle donne e agli uomini della scuola per aver dato vita a progetti ambiziosi ottenendo ottimi risultati. In un periodo il cui la crisi economica impone drastici e dolorosi tagli, il personale assume ancor di più valore. E voi siete professionali e, soprattutto, animati da un forte spirito di sacrificio.

Al comando della scuola marescialli di Viterbo ho sempre agito con libertà. Grazie al sindaco Michelini per la sua preziosa collaborazione, perché siamo sempre stati presenti negli eventi cittadini. Grazie al sodalizio dei facchini di santa Rosa per i forti e fondanti valori che ci accomunano. Grazie amici, è stata un’esperienza umana e professionale indimenticabile e irripetibile”.

Poi l’auguri del comandante uscente al successore. “Ti lascio un reparto maturo e capace di rispondere con prontezza. Sono sicuro che saprai portare la scuola a livelli d’eccellenza”.

L’eredità lasciata da Briancesco (ora capo divisione di Roma-Centocelle) è grande e impegnativa. Ha ampliato l’offerta formativa della scuola, incrementato il potenziale logistico del reparto e valorizzato le collaborazioni con le istituzioni locali.

Il neo comandante Vai, nato a Londra 48 anni fa, ha all’attivo 2mila 700 ore di volo, di cui 85 in zone di guerra. E’ insignito di varie onorificenze, tra cui una medaglia e una croce d’oro e due medaglie Nato per le operazioni in Jugoslavia e Kosovo.

“Uomini e donne della scuola marescialli di Viterbo, è un onore essere al vostro comando – dice Vai nel suo discorso di presentazione -. Grazie Briancesco per il buon lavoro svolto. Continuerò sulla strada da te tracciata. Lo farò con le istituzioni locali e insieme ai marescialli e agli allievi di questa scuola. Perché i comandanti cambiano ma loro restano”.

La cerimonia d’avvicendamento, questa mattina, sul piazzale della caserma. Presenti autorità civili e militari. Il viceprefetto Salvatore Grillo, il sindaco Leonardo Michelini e Mario Quintarelli in rappresentanza della provincia. Nonché i gonfaloni della provincia e del comune di Viterbo. L’evento è stato presieduto dal comandante delle scuole dell’aeronautica, generale di squadra aerea Fernando Giancotti.

“La Tuscia è una terra bellissima – afferma Giancotti -. Non solo dall’alto, che tante volte ho avuto modo di vedere, ma anche per chi ci vive e opera. La scuola marescialli di Viterbo è un orgoglio dell’aeronautica. Una scuola che forma uomini e donne competenti e professionali. Per questo è impossibile privare la città della scuola e la scuola della città. Le strutture sono ottime, la posizione è strategica e il valore storico inestimabile. Qui si costruisce il futuro. Le sfide di sicurezza nazionale e internazionale rendono necessario quest’investimento”.

Poi i saluti di Giancotti al comandate uscente e a quello entrante. “Complimenti Briancesco, hai lavorato bene rispettando l’anima dell’aeronautica ma mettendoci anche, se non soprattutto, del tuo. Vai, per le sfide che ti troverai avanti sappi che avrai sempre il nostro sostengono e appoggio”.

Momento più emozionante della mattina, la consegna della bandiera d’istituto da Briancesco a Vai. Il passaggio di testimone è un gesto importante. Rappresenta il passaggio dei valori e delle tradizioni che da sempre contraddistinguono la scuola marescialli di Viterbo e tutta l’aeronautica.

Raffaele Strocchia


Condividi la notizia:
21 luglio, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR