--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Messaggio del principe Amedeo di Savoia alla città di Tuscania in occasione della cerimonia tenutasi ieri mattina

Il busto di Umberto II ricollocato nel parco

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Tuscania - La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania – La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Amedeo di Savoia

Amedeo di Savoia

Tuscania - La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania – La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania - Il busto di re Umberto II

Tuscania – Il busto di re Umberto II

Tuscania - La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania – La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania - La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania – La cerimonia di ricollocazione del busto di re Umberto II

Tuscania – Il busto di Umberto II ricollocato nel parco.

Ieri mattina il nuovo busto del re di maggio è stato riposizionato nel parco di Tuscania. Il monumento originale era stato rubato nel febbraio scorso e grazie all’impegno della famiglia Quadrani è stata aperta una raccolta fondi che ha permesso di realizzare nuovamente il busto.

La cerimoniaslide

La cerimonia, voluta e guidata da Aldo Quadrani coordinatore del circolo Reale della Tuscia, si è tenuta alla presenza dell’assessore comunale Franco Ciccioli, Roberto Piazzini dell’istituto della guardia al Pantheon, il segretario nazionale Unione monarchica italiana Davide Colombo, Franco Ceccarelli (Stella e corona) che nel 1994 fu tra i promotori del parco pubblico, le associazioni d’arma alpini, marinai, paracadutisti, il nastro azzurro.

Onori con fischio del nostromo Davide Colonna. Letti i messaggi dei principi Vittorio Emanuele e Amedeo e della principessa Maria Gabriella di Savoia.

La cerimonia è stata aperta da Quadrani che ha ricordato il lavoro fatto a Tuscania, il legame con il Re Umberto II e il sostegno ricevuto da più parti a supporto dell’iniziativa.


Riceviamo e pubblichiamo il messaggio del principe Amedeo di Savoia inviato alla popolazione e alle autorità di Tuscania in occasione della ricollocazione del busto del re Umberto II nel parco cittadino, busto rubato nel febbraio scorso.

Illustrissimo signor sindaco,

il patrocinio che l’amministrazione comunale della città di Tuscania ha voluto dare alla cerimonia per la ricollocazione del monumento dedicato al re Umberto II, in sostituzione di quello già presente e inopinatamente sottratto nel marzo scorso, mi fornisce lo spunto per una breve considerazione.

In una Nazione, come la nostra, dove tuttora sussistono aspri contenziosi di carattere politico e sociale, ricordare alle future generazioni i personaggi che hanno fatto la nostra storia e serbarne le memoria anche in modo visibile, è quanto mai opportuno.

Il re Umberto II, quarto capo di stato dell’Italia unita, è ormai nella storia e sarà ricordato per il senso di responsabilità che ha pervaso tutta la sua vita, specie nella sofferenza dell’esilio. Era una persona di grande cuore e generosità, specie per i meno abbienti e voi, cittadini di Tuscania, ben lo sapete avendo ricevuto da lui i primi aiuti in occasione del terremoto del 1971.

Sono grato a lei signor sindaco, ai cittadini di Tuscania, all’istituto nazionale per la guardia d’onore alle reali tombe del Pantheon, al circolo reale della Tuscia ed a tutti coloro che hanno contribuito al ripristino del monumento che oggi viene solennemente inaugurato.

Nel salutarla cordialmente, la prego di porgere il mio beneaugurante saluto alle autorità ed a tutti i presenti alla cerimonia.

Amedeo di Savoia

Castiglion Fibocchi, 18 settembre 2016


Condividi la notizia:
19 settembre, 2016

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR