Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'assessora Ciambella: "Incontro formale sui problemi legati alla struttura"

Canile di Bagnaia, comune in procura

di Giuseppe Ferlicca
Il canile di Bagnaia

Il canile di Bagnaia

Luisa Ciambella

Luisa Ciambella

Viterbo – Canile di Bagnaia, comune in procura. Si complica la situazione per la struttura in località Novepani.

Ieri mattina un incontro formale al palazzo di giustizia. C’era anche l’assessora al Patrimonio Luisa Ciambella. Che è tranquilla, ma non va molto oltre la conferma dell’incontro.

“Abbiamo avuto un confronto formale con la procura – dice Ciambella – sulle problematiche del canile che stiamo cercando di risolvere”.

Dalle parti di via Borsellino stanno indagando, mentre in comune, contemporaneamente provano a sistemare la situazione alla struttura in località Novepani. Intanto alcune costruzioni non conformi sotto il profilo urbanistico. Non l’unico nodo da sciogliere a palazzo dei Priori. Altri vincoli da superare sotto il profilo idrogeologico.

C’è poi la gestione da riassegnare, visto che quella attuale è scaduta. Ma prima il sito va sistemato, altrimenti la gara non si può indire. Se non suonasse irrispettoso, sarebbe il classico cane che si morde la coda.

Del resto, essendo un servizio essenziale, non può essere interrotto. La matassa è piuttosto ingarbugliata. E non da ieri.

Problemi al canile di Bagnaia si sono ripresentati anche in passato. Nel 2004, per superarli, l’allora amministrazione Gabbianelli pubblicò un bando per acquistare un’area al confine con il comune di Bagnoregio. Ci sarebbe stato un finanziamento ministeriale pari a 50mila euro da utilizzare.

Dimostrando come Viterbo non sia particolarmente fortunata con il canile. In quell’area la struttura non fu mai spostata e la compravendita mai del tutto perfezionata.

A palazzo dei Priori si staranno chiedendo che ne è del finanziamento. È da restituire?

Anche perché otto anni dopo, nel 2012, amministrazione Marini, il comune acquista la parte di terreno di proprietà dell’Enpa in località Novepani e da quel momento il canile diventa a tutti gli effetti comunale. Decretando nei fatti quello che era evidente: tramontato lo spostamento.

Giuseppe Ferlicca

17 febbraio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564