--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crociata "social" di Filippo Rossi sui lavori annunciati dal comune

“Quando un politico non sa che fare, fa una rotatoria…”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Viterbo - Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo – Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo - Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo – Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo - Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo – Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo - Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo – Il post di Filippo Rossi sulle rotatorie

Viterbo – A Filippo Rossi girano. Cosa si è messo in movimento nel consigliere Viva Viterbo è facile intuirlo. Per chi non lo avesse capito, un piccolo indizio. Scartate le rotatorie. Non sono quelle.

Anzi, quelle sono la ragione de giramento. Se fosse per lui, invertirebbe decisamente la marcia ai finanziamenti comunali. Non buttandoli su strada, anzi su rotatoria.

La sua personale crociata è partita via social, con diversi post su Facebook. Intanto con una domanda: “Ma come si fa a essere soddisfatti per la costruzione di una cavolo di rotatoria – si chiede Rossi – vabbè, sono fatto male io. Evviva le rotatorie! Turisti a milioni!!!”.

Con la scusa delle rotatorie, la critica è ben più larga. 

Ogni riferimento ad assessori comunali ai Lavori pubblici non è puramente casuale. Ci vuole poco per capire a chi Rossi si riferisca. È di pochi giorni l’aggiudicazione dell’appalto per la rotatoria a via Genova.

Annunciata dall’assessore Alvaro Ricci. A lui, il consigliere dedica un particolare pensiero: “Quando un politico non sa che fare – scrive su un altro post – fa una rotatoria! E poi, vuole pure gli applausi…”.

Nessun nome, ma tutti hanno capito. Compreso Guglielmo Ascenzi, avvocato, nonché, secondo radio palazzo dei Priori, possibile candidato sindaco con Rossi e i suoi di Viva Viterbo alle prossime comunali.

Rispondendo al post, Ascenzi entra nel dettaglio: “Ma soprattutto, 390 mila euro. Capisco che non capisco i prezzari regionali, ma 390mila euro sono due appartamenti, 20 ettari di terra seminativa, due anni di stipendio”. Di un signor stipendio, verrebbe da aggiungere. Dettagli.

Progetto di Ricci, colpito e affondato.

Sulle rotatorie in Italia c’è libertà di pensiero e di critica. Se non fosse che Rossi fa ancora parte della maggioranza in comune che sostiene il sindaco Michelini e che in giunta ha pure l’assessore alle rotatorie Ricci e il “suo” Giacomo Barelli.

È noto che tra  Viva Viterbo e il Pd zona Fioroni non siano esattamente rose e fiori. Ormai, hanno preso strade e adesso, pure rotatorie diverse. “Datemi una rotatoria e girerò a vuoto”. Altro post, altro giro, altra critica.

“Ho fondato l’Mcr – ancora Rossi su Facebook – il Movimento contro le rotatorie”. Quindi un invito alla ribellione: “Anarchia contro il potere delle rotatorie!”.

Si sa, Filippo Rossi è abituato ad andare contromano. Attenzione, però. Con le rotatorie potrebbe essere rischioso.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
21 marzo, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR