--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Oriolo Romano - Il messaggio delle compagne di squadra per Nadia Ouedraogo, la pallavolista di 16 anni travolta e uccisa da un furgone

“Ricorderemo per sempre il tuo meraviglioso sorriso…”

Condividi la notizia:

Nadia Ouedraogo

Nadia Ouedraogo

Nadia Ouedraogo

Nadia Ouedraogo

Il messaggio su Facebook dell'Oriolo volley per Nadia Ouedraogo

Il messaggio su Facebook dell’Oriolo volley per Nadia Ouedraogo

Oriolo Romano – La pallavolo era la sua passione.
Nadia Ouedraogo, 16 anni, giocava da tempo nella squadra di Oriolo Romano. Dal giorno dell’incidente, quando la ragazza è stata travolta da un furgone sulla Bassanese, le sue compagne non l’hanno mai lasciata sola, facendo tutte il tifo per lei. Come la comunità del paese della bassa Tuscia, dove Nadia, originaria del Burkina Fasu, viveva da anni con la madre.

E la 16enne, per giorni, ha lottato contro la morte, con tutte le sue forze. Fino a mercoledì pomeriggio, quando sono state staccate le macchine che la tenevano in vita. Sconvolta Oriolo Romano. Come la squadra di pallavolo in cui Nadia giocava, l’Oriolo volley. Ieri, su Facebook, il messaggio di addio: “Vogliamo ricordarti sempre così, con il tuo meraviglioso sorriso. Ciao Nadia”.

Lunedì, poco dopo le 22, la 16enne è stata travolta da un furgone sulla provinciale che collega Bassano e Oriolo, in località Fonte Grillo. Stava chiamando i soccorsi, fuori dalla sede stradale, perché l’auto sulla quale stava viaggiando con la madre aveva appena forato una gomma. La donna all’interno della macchina. Nadia all’esterno, con il cellulare tra le mani. Piomba il furgone. Per cause ancora d’accertare, il camionista avrebbe perso il controllo del mezzo andando a sbattere prima contro l’auto, per poi travolgere la ragazza. La sua corsa è finita contro un albero di nocciole.

Immediato l’intervento dei sanitari dell’ospedale di Bracciano. Ma le condizioni della 16enne sono disperate: è necessario il trasferimento, in eliambulanza, al policlinico Gemelli di Roma, dove Nadia è morta mercoledì.

Sul luogo della tragedia anche i carabinieri di Bassano Romano per i rilevi del caso. Al camionista sarebbe stata ritirata la patente, ma sarebbe risultato negativo ai test di alcool e droga.


Condividi la notizia:
30 giugno, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR