Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Stanotte, nel giardino della sua villa in strada Querciaiolo - Indagano i carabinieri

Data alle fiamme la macchina dell’avvocato Roberto Alabiso

Condividi la notizia:

L'avvocato Roberto Alabiso

L’avvocato Roberto Alabiso

 
Viterbo - La macchina dell'avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo – La macchina dell’avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo - La macchina dell'avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo – La macchina dell’avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo - La macchina dell'avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo – La macchina dell’avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo - La macchina dell'avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo – La macchina dell’avvocato Alabiso distrutta dalle fiamme

Viterbo – Notte di terrore per l’avvocato viterbese Roberto Alabiso, svegliato dal latrare dei cani che davano l’allarme per un rogo divampato nel giardino della villa, dove il legale si trovava da solo con la moglie, in strada Querciaiolo, tra Viterbo e Vitorchiano.

A bruciare era la sua macchina, parcheggiata vicino al cancello. Una vettura Audi Q5 di colore nero, che in pochi minuti, nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, è stata completamente divorata dalle fiamme.

Sul posto anche i carabinieri di Bagnaia e di Viterbo. Manca la certezza, ma non ci sarebbero dubbi sull’origine dolosa dell’incendio, che solo per miracolo non si è esteso alla circostante vegetazione, col rischio di attaccare anche l’abitazione del legale.

Erano circa le 2,45 quando è scattato l’allarme e il silenzio della notte è stato scosso dalle numerose e forti esplosioni dovute al rogo, che ha fatto scoppiare le gomme e i cristalli della vettura. Sono tuttora in corso i rilievi da parte delle forze dell’ordine e dei soccorritori, mentre l’avvocato Alabiso e la moglie, ovviamente in stato di choc per l’accaduto, sono stati già sentiti dai carabinieri.

I militari non tralasciano alcuna pista e stanno indagando a 360 gradi per verificare se si sia trattato veramente di incendio doloso e nel caso tentare di risalire nel più breve tempo possibile al responsabile.

Il legale avrebbe avuto l’abitudine di parcheggiare l’auto all’esterno, nel giardino, addossata al cancello, da dove potrebbero avere avuto facile ingresso le mani di un eventuale piromane. Non si esclude, vista la velocità con cui si sono propagate le fiamme, che possa essere stata lanciata verso la macchina una bottiglia incendiaria. 


Condividi la notizia:
27 luglio, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR