--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bagnaia - La donna è stata arrestata per tentato omicidio - Avrebbe cercato di colpire al cuore la vittima

Suocera accoltella genero, lite finisce nel sangue al Serpentone

Condividi la notizia:

Bagnaia - Il serpentone

Bagnaia – Il serpentone

 
Bagnaia - Le tracce di sangue sulle scale

Bagnaia – Le tracce di sangue sulle scale

Bagnaia - Le tracce di sangue sulle scale

Bagnaia – Le tracce di sangue sulle scale

Viterbo – (sil.co) – Lite fra genero e suocera finisce nel sangue. Un aspro diverbio familiare scoppiato all’ora di cena in uno degli alloggi popolari del Serpentone di Bagnaia si è concluso con un arresto della squadra volante della polizia per tentato omicidio. La suocera avrebbe tentato di colpire al cuore il genero, non riuscendoci solo perché lui si sarebbe difeso alzando le braccia d’istinto.

In carcere, a Civitavecchia, è finita la donna, con la pesante accusa, almeno per il momento, di tentato omicidio, mentre per l’uomo la serata si è conclusa al pronto soccorso dell’ospedale di Belcolle.

E’ successo la notte scorsa, tra domenica e lunedì, quando una lite in famiglia, sembra per futili motivi, per poco non è sfociata in tragedia. In manette è finita una donna di 47 anni, d’origine dominicana che al termine di un furibondo alterco col genero si sarebbe scagliata contro il giovane, anche lui d’origine dominicana, sferrando un coltello da cucina, con cui avrebbe cercato di colpirlo al cuore. 

Al fatto di sangue sarebbe stata presente la figlia della donna, compagna della vittima. La giovane, assieme ad altri familiari, sarebbe stata già sentita dagli investigatori come testimone.

Il genero si sarebbe salvato per miracolo, alzando provvidenzialmente le braccia per proteggersi e venendo così colpito all’avambraccio e alle mani. Immediato l’allarme. Sul posto si sono precipitati le volanti della polizia coi carabinieri di Bagnaia e Viterbo, oltre al personale del 118 che ha trovato la vittima in un lago di sangue. Subito soccorso, il giovane è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Belcolle, per essere sottoposto alle cure del caso. Ma non avrebbe mai corso pericolo di vita. 

La donna, trovata in evidente stato di alterazione, sarebbe risultata positiva all’alcoltest. Arrestata per tentato omicidio, dopo le formalità di rito, è stata trasferita presso il carcere circondariale femminile di Civitavecchia, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Questa mattina sarà sottoposta all’interrogatorio di convalida. 


 – Un vicino di casa: “Ho sentito delle urla di terrore…”


Condividi la notizia:
1 agosto, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR