__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Lo comunica la regione Lazio - Malattia virale trasmessa dalla puntura di zanzare infette

“Chikungunya saliti a 13 i casi accertati”

Una zanzara tigre

Una zanzara tigre

Roma – “Sono saliti a 13 i casi di Chikungunya accertati e verificati dal Sistema regionale sorveglianza malattie infettive.

Per monitorare la situazione e assumere le iniziative necessarie è in programma domani mattina in regione una riunione operativa con i responsabili del Centro nazionale sangue e del Centro nazionale trapianti”.

Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

Si tratta di una malattia virale caratterizzata da febbre acuta, trasmessa dalla puntura di zanzare infette. La trasmissione non avviene per contatto diretto tra persona e persona e non esiste vaccino.

L’incubazione va da 3 a 12 giorni e i sintomi sono simil a quelli influenzali. Febbre alta, brividi, cefalea, nausea, vomito e dolore agli arti.  I sintomi si risolvono spontaneamente, in pochi giorni, ma i dolori articolari possono andare avanti anche per mesi. Le complicanze più gravi sono rare e la mortalità è dello 0,4%.
 
Il virus responsabile è trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, presente soprattutto in zone rurali,raro o assente nei centri abitati. Un altro importante vettore è la zanzara tigre.
 

12 settembre, 2017

    • Altri articoli

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564