__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Incidente mortale al parco di Vulci - Egidio Locatelli, bancario 41enne, è precipitato in un dirupo alto 30 metri per salvare il suo setter - A nulla sono valsi i soccorsi - Il sindaco Sergio Caci: "E' stata una drammatica fatalità"

Un amore sconfinato per i suoi cani…

Egidio Locatelli col suo setter

Egidio Locatelli col suo setter

Egidio Locatelli con i suoi cani

Egidio Locatelli con i suoi cani

Egidio Locatelli

Egidio Locatelli

Egidio Locatelli col suo setter

Egidio Locatelli col suo setter

Egidio Locatelli e i suoi cani

Egidio Locatelli e i suoi cani

Egidio Locatelli col suo setter

Egidio Locatelli col suo setter

Montalto di Castro - Vulci - Turista precipitata in un burrone - Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro – Vulci – Turista precipitata in un burrone – Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro - Vulci - Turista precipitata in un burrone - Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro – Vulci – Turista precipitata in un burrone – Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro - Vulci - Turista precipitata in un burrone - Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro – Vulci – Turista precipitata in un burrone – Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro - Vulci - Turista precipitata in un burrone - Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro – Vulci – Turista precipitata in un burrone – Le operazioni di recupero della salma

Montalto di Castro – Per salvare la vita al cane precipita in un precipizio profondo 30 metri e muore. La tragedia è avvenuta nel primo pomeriggio di ieri davanti agli occhi della moglie e della comitiva di turisti, tutti del settentrione, con cui la coppia stava facendo un’escursione all’interno del parco archeologico-naturalistico di Vulci.

Il gruppo, in vacanza tra Lazio e Toscana, è poi tornato a Pescia Romana, luogo scelto per il soggiorno sul litorale della Maremma. La coppia avrebbe avuto con sé più cani, tra i quali il setter inglese sfuggito al controllo e scappato verso il dirupo. 

La vittima, che è deceduta sul colpo, è un bancario 41enne di Bergamo, Egidio Locatelli. Inutili i tentativi di soccorso, nonostante la tempestività dell’allarme dato dalla moglie. Non c’è stato nulla da fare né per l’uomo, né per il cane, trovato privo di vita in fondo al precipizio altissimo accanto al padrone. 

Il 41enne, vedendo l’animale correre verso il dirupo, in fondo al quale scorre il fiume Fiora, non ci avrebbe pensato un attimo e si sarebbe lanciato in suo soccorso, probabilmente senza rendersi conto della profondità, mascherata dalla vegetazione. Un volo di pochi secondi che gli è stato fatale.

La tragedia è avvenuta nella zona del laghetto, dove ci sono pareti altissime, protette, solo dal lato del parco, da staccionate. Il turista avrebbe commesso l’imprudenza di saltare oltre lo steccato, precipitando nel vuoto.

Locatelli, bancario molto conosciuto e stimato a Bergamo, aveva tre grandi passioni la bicicletta, i viaggi e soprattutto i suoi cani. 

Un amore per i suoi cani veramente sconfinato, che ha portato Locatelli a tentare di salvare il suo setter a tutti i costi. Per poi precipitare in una sorta di vera e propria scogliera alta 30 metri. Precipizio nascosto dalla vegetazione. 

Sul posto dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Tuscania e della stazione di Montalto di Castro, guidati dal maresciallo Sebastiano Zampone. Presente anche il 118, con un’ambulanza, un’automedica e l’elicottero Pegaso 33, con a bordo un tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino, che ha recuperato il corpo, nella speranza di trovare l’uomo privo di conoscenza, ma ancora vivo.

Il recupero dell’uomo e del cane, entrambi deceduti, ha visto l’intervento anche dei vigili del fuoco con una squadra del distaccamento di Tarquinia e il carro Saf da Viterbo. 

Sul posto si è immediatamente recato anche il direttore del parco di Vulci, con il vicesindaco di Montalto di Castro Luca Benni e il personale dei servizi sociali, inviati dal sindaco Sergio Caci, che al momento della disgrazia si trovava fuori città. “E’ stata una drammatica fatalità – commenta nella tarda serata di ieri Caci – l’uomo probabilmente non si è reso conto del pericolo”. 

Nessuna autopsia è stata disposta dalla procura della repubblica di Civitavecchia, competente per territorio, solo l’esame esterno del cadavere da parte del medico legale che ha certificato l’avvenuto decesso per la restituzione ai familiari. 

9 settembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564