__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - Schianto sulla Cassia - Don Leandro ricorda Simone Ricci - In tanti per l'addio al 26enne nella chiesa di sant'Agostino

“E’ stato un momento di gioia nella vita degli altri…”

I funerali di Simone Ricci

I funerali di Simone Ricci

Soriano nel Cimino - I funerali di Simone Ricci

Soriano nel Cimino – I funerali di Simone Ricci

Soriano nel Cimino - I funerali di Simone Ricci

Soriano nel Cimino – I funerali di Simone Ricci

Simone Ricci

Simone Ricci

Soriano nel Cimino – “E’ normale arrabbiarsi con Dio in questo momento. Simone con la sua attività per la Croce rossa è stato un momento di gioia nella vita degli altri”. Don Leandro ha salutato così Simone Ricci, il ragazzo di 26 anni morto ieri in un incidente stradale sulla Cassia bis, a Monterosi.


Multimedia: I funerali di Simone Ricci – Video


“Dio capisce tutto il nostro dolore – ha proseguito il sacerdote – e tutti i nostri perché, restando sempre al nostro fianco. Anche Gesù pianse davanti alla morte”.

E il dolore e il pianto hanno accompagnato tutto il funerale celebrato nella chiesa di sant’Agostino a Soriano nel Cimino. Con i familiari, la città e i tantissimi amici presenti, anche le rappresentanze della Croce rossa di Soriano e Orte dove Simone prestava servizio di volontariato. 

Simone ha perso il controllo della sua Ford Fiesta e si è andato a schiantare nel punto in cui la Cassia si restringe da quattro corsie a due. Il giovane, in seguito all’impatto, sarebbe stato sbalzato fuori dalla macchina. Inutili i soccorsi. Per lui non c’è stato nulla da fare. Simone viaggiava da solo e nessun altro mezzo è rimasto coinvolto nell’incidente.

“Grazie per tutto il tuo aiuto e il tuo sostegno, caro Simone”, hanno detto gli uomini e le donne della Croce rossa che dall’altare hanno letto la preghiera che accompagna la loro attività.

“Me lo vedo ancora passare qui davanti – ha aggiunto poi don Leandro – difficile credere che non ci sia più. Abbiamo bisogno di risposte, anche se il nostro dolore resterebbe uguale”.

Simone era un volontario della Croce rossa, un ragazzo che dedicava il suo tempo libero al servizio delle persone. “Siamo figli di Dio – ha detto il parroco che conosceva bene Simone – non dimentichiamolo. E sarà la speranza a darci la forza per continuare a camminare come e suoi figli”.

“E Simone – ha poi concluso – sarà un angelo in più continuando a fare il bene come ha sempre fatto”.

12 ottobre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564