--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Spettacolo - Cultura - Un appello all'anima appassionata e innamorata della città

Teatro Caffeina chiuso, diecimila voci indignate si alzino contro questa assurdità…

di Massimo Pistilli

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Viterbo - Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo – Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo - Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo – Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo - Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo – Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo - Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo – Chiuso il teatro Caffeina

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Leggo proprio ora, quasi appena accaduto, che il teatro/libreria di Caffeina, nel cuore di Viterbo, ha dovuto chiudere.
Perché mancherebbe un qualche pezzo di carta….
E non riesco a crederci!
Non riesco a credere che accada davvero, quasi fosse una specie di scherzo…

Una fondazione culturale che anima un festival che ha ridato centralità culturale alla città in cui vivo (che avrebbe perfino ambìto a divenire “capitale della cultura) apre un teatro… E uno spazio per i libri!!
In questi tempi di fast food e facile consumo.
Ricucendo anche un pezzo del tessuto del centro storico, perché quello un tempo era già un cinema, un teatro.

Un teatro restituito alla città con un lavoro fatto di passione, senza un euro di denaro pubblico.

In quel centro storico di cui si fa gran parlare, ma che intanto è lacerato dall’abbandono abitativo, dalla crisi del commercio, da tensioni e criticità di convivenza.

E stavolta invece sono intervenuti i cittadini.

Mi dicono che l’assessore alla cultura del Lazio; Lidia Ravera, avesse appena finito di riconoscere, proprio dal palco del teatro Caffeina, che in epoca di crisi occorrerebbero decine, centinaia di progetti come questo. Progetti che le istituzioni della comunità dovrebbero proteggere e promuovere.
E invece la città che fa?
Fa chiudere quel teatro!

Perché – probabilmente – manca un pezzo di carta bollata!

Neppure fossimo dentro “Il Castello” di Kafka, il capolavoro letterario che narra la burocrazia.
Ma quello è un libro, e qui invece accade davvero!

Ora tutti si chiederanno dove sono e cosa sono quelli che dovrebbero guidare questa comunità. Dove è la politica?

Ma io chiedo dove è l’anima appassionata, innamorata di questa città, se ne ha una…

Perché se l’avesse diecimila voci indignate dovrebbero sommergere questa assurdità!

Massimo Pistilli


Condividi la notizia:
8 ottobre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR