--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Bando periferie - FI e FdI guastano la festa a Michelini dopo la visita del premier Gentiloni

“I 17 milioni non ci sono, è solo una sceneggiata elettorale”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Luigi Buzzi e Giulio Marini

Luigi Buzzi e Giulio Marini

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Claudio Ubertini

Claudio Ubertini

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Sberna, Buzzi, Marini, Ubertini e Grancini

Giulio Marini

Giulio Marini

Antonella Sberna, Luigi Buzzi e Giulio Marini

Antonella Sberna, Luigi Buzzi e Giulio Marini

Viterbo – “I 17 milioni non ci sono, nella migliore delle ipotesi ci saranno”. Bando sulle periferie, Forza Italia e Fratelli d’Italia guastano la festa all’amministrazione Michelini.

Eppure lo stesso presidente del consiglio Paolo Gentiloni ieri è arrivato a Viterbo a firmare con il sindaco la convenzione.

“Infatti – incalza Giulio Marini (FI) – ci ha colti di sorpresa la presenza di Gentiloni a Viterbo. Sorpresi per una simile gaffe.

Aveva tante altre città dove andare a firmare la convenzione, a pieno titolo per il finanziamento. Viterbo non ha la copertura finanziaria. Un atteggiamento grave, si contravviene a disposizioni di legge che lo stesso governo si è dato.

Ministri, presidenti e altre istituzioni non possono firmare convenzioni senza copertura finanziaria”.

La copertura non c’è. Nella migliore delle ipotesi, non per ora. “Bene che vada – sostiene Marini – i soldi arriveranno nel 2019. A essere ottimisti.

Siamo arrivati 92esimi fra le città e la parte bassa della graduatoria non è coperta da fondi”. Incredibile ma vero?

“Sono malati d’annuncite – afferma Luigi Maria Buzzi (FdI) – molto rumore per nulla. Ci sconcerta che una delle massime cariche dello Stato sia venuta in città a fare campagna elettorale. Hanno scomodato pure il presidente del consiglio di prima mattina.

Per uno scarsissimo risultato e una brutta figura”.

Ma la convenzione sottoscritta produrrà qualche effetto. La partenza delle progettazioni. “Si calcola per un milione di euro”.

E Claudio Ubertini (FdI) mette le mani avanti, per ripararsi da una possibile critica: “Non siamo qui perché rosichiamo. È giusto che si faccia chiarezza e che i concittadini sappiano, così come gli imprenditori.

Si parla di progetti per 22 milioni e sulla convenzione è riportata la cifra di 17 milioni. Noi siamo felici se i soldi arriveranno, perché li spenderà la prossima amministrazione, che saremo noi. Ma non si possono raccontare favole”.

Se lo augura, seppure ci creda poco, pure Antonella Sberna. “Ovvio che siamo più che felici – spiega Sberna (FI) – se i soldi dovessero arrivare. Ma le cose non stanno così. Oltretutto, Gentiloni è stato ricevuto in una sede non istituzionale.

È stata solo una sceneggiata elettorale”.

Gianluca Grancini (FdI) non vede tanti cambiamenti: “In cinque anni quest’amministrazione ha affidato tanti incarichi progettuali. Adesso speriamo nei fatti. Ma sarà dura”.

I soldi che non ci sono ma forse ci saranno non è l’unica criticità. Pure sui progetti il centrodestra ha qualcosa da ridire: “A Viterbo – si domanda Marini – serve proprio un’altra piscina? Ci vogliono investire quattro milioni di euro, quando quella comunale ne è costata otto.

Poi la pista ciclabile per 665mila euro. E l’intervento all’ex inceneritore, ma l’area è di proprietà comunale?”.

E ancora: “Il sottopasso ferroviario può costare solo due milioni e mezzo? Almeno, serve il doppio”.

Tante dubbi che portano il centrodestra a una conclusione: “È un’operazione prettamente elettorale”.

E sulla seconda fase del piano per le periferie annunciata ieri, un solo fondamentale dubbio: “Ma i soldi dove stanno? Portino le carte e ci facciano vedere”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
24 novembre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR