Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dopo un esposto spenti tutti i diffusori lungo il percorso della manifestazione di Caffeina

Christmas Village, il comune mette al bando Jingle Bells

Viterbo - Caffeina Christmas Village

Viterbo – Caffeina Christmas Village

Viterbo - Caffeina Christmas Village

Viterbo – Caffeina Christmas Village

Viterbo - Caffeina Christmas Village - Filippo Rossi sulla giostra

Viterbo – Caffeina Christmas Village – Filippo Rossi sulla giostra

Viterbo - Caffeina Christmas Village

Viterbo – Caffeina Christmas Village

Caffeina Christmas Village

Caffeina Christmas Village

Viterbo – (g.f.) – È Natale, fate silenzio. Troppa atmosfera festosa in centro, stop alla musica.

Dal comune, a sorpresa, zitto zitto è arrivato il provvedimento. Spenti i diffusori lungo il percorso del Caffeina Christmas Village.

Provvedimento destinato a fare rumore.

Da ieri, Jingle Bell, White Christmas e tutte le altre sono al bando. “È fatto divieto alla Fondazione Caffeina Cultura – si legge nel documento – a parziale modifica della precedente autorizzazione, di proseguire nell’attività rumorosa provocata dalla filodiffusione di musica natalizia, con effetto immediato e per tutta la durata della manifestazione”.

Silenzio. La musica potrà tornare a una sola condizione spiega sempre il comune: “Il presente provvedimento potrà essere revocato previa presentazione da parte dell’organizzazione di una relazione tecnica di valutazione d’impatto acustico che determini i valori nella zona interessata dalla manifestazione e che confermi il rispetto dei limiti previsti per legge”.

A quanto pare, la fondazione aveva presentato la Scia, adesso vogliono la Via.

Caffeina è stata autorizzata a realizzare il villaggio natalizio: “Nell’ambito del quale – si legge – veniva prevista la possibilità d’effettuare la diffusione di musica natalizia di sottofondo durante la manifestazione, negli orari: feriali dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 e nei festivi e prefestivi fino alle 21. Con l’ulteriore raccomandazione agli organizzatori di porre particolare attenzione a non arrecare disturbo ai residenti”.

Poi, però, il 29 novembre è arrivato un esposto: “A firma degli abitanti di via san Lorenzo, con il quale si lamenta il disturbo provocato dalla diffusione della musica, a causa anche del posizionamento di altoparlanti in vari punti della via, in prossimità delle finestre d’abitazioni”.

Quindi è toccato alla commissione di vigilanza, il primo dicembre. “Il verbale ha chiarito che la deroga alla presentazione dell’impatto acustico all’organizzazione – si legge ancora nel provvedimento del dirigente – non può ritenersi estesa anche all’impianto di filodiffusione e pertanto richiede la presentazione della valutazione d’impatto acustico, per poter utilizzare l’impianto”.

La musica è finita. “A tutela di salute, quiete e riposo degli abitanti dispone il divieto di prosecuzione dell’attività rumorosa provocata dalla filodiffusione di musica, che risulta provocare un inquinamento acustico e ambientale”.

Meno disturbo, per un Natale più triste.

2 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564