Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Polizia - Il protagonista di Suburra dà in escandescenze mentre è in vacanza a Viterbo

Aggredisce una donna, arrestato l’attore Adamo Dionisi

L'attore Adamo Dionisi

L’attore Adamo Dionisi

L'attore Adamo Dionisi

L’attore Adamo Dionisi

Viterbo – Notte brava per l’attore di Suburra, serie e film, Adamo Dionisi.

L’artista 52enne romano, ospite in questi giorni di uno stabilimento viterbese, completamente ubriaco dopo avere brindato con una bottiglia di champagne, avrebbe dato in escandescenze, scagliandosi contro gli arredi dell’albergo e contro delle persone.

A farne le spese sarebbe stata una donna che era con lui, vittima dell’esplosione di violenza. Per bloccare Dionisi, ex capo tifoso della Lazio, non è bastato il personale dell’albergo, costretto a chiedere l’intervento del 113.

Sul posto si sono precipitati i poliziotti della squadra volante della questura di Viterbo che hanno arrestato l’uomo.

Questa mattina, difeso dall’avvocato Guido Conticelli, è comparso davanti al giudice Gaetano Mautone per l’udienza di convalida del fermo.

Rimesso in libertà in attesa del processo per direttissima, rinviato al 19 gennaio, il giudice ha disposto il divieto di avvicinamento alla vittima. Si tratterebbe della ex, anche lei nel stesso albergo, ma in camere separate, intenzionata, pare, a un ultimo tentativo di riconciliazione. 

Il 52enne sarebbe venuto a Viterbo per riposarsi alle terme durante il ponte dell’Immacolata, prima di recarsi in Francia per un impegno di lavoro. Adesso è accusato di lesioni violazione di domicilio, perché l’aggressione sarebbe avvenuta nella stanza della donna, nonché di resistenza a pubblico ufficiale, per essersi scagliato anche contro i poliziotti intervenuti per calmarlo.

L’attore è stato un capotifoso del gruppo di ultras della Lazio “Gli Irriducibili”. Arrestato nel 2001 dalla Digos per droga, ha scontato la sua pena nel carcere di Rebibbia, dove ha preso parte a vari progetti teatrali.

Uscito di prigione ha così deciso di intraprendere la carriera d’attore e ha esorditi nel film “Chi nasce tondo…” del 2008, cosceneggiato da Dionisi stesso.

Dopo aver recitato come caratterista in varie pellicole, nel 2014 è stato scelto dal regista italoamericano Abel Ferrara per interpretare la parte di una guida napoletana nel film biografico Pasolini, dedicato all’intellettuale e regista Pier Paolo Pasolini.

La notorietà è arrivata nel 2015, quando ha interpretato il ruolo del boss zingaro Manfredi Anacleti, uno degli antagonisti principali del film Suburra diretto da Stefano Sollima. Ruolo ricoperto anche in Suburra – La serie, serie televisiva tratta dal film.

Dionisi ha dichiarato più volte di non amare i riflettori e la mondanità.

7 dicembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564