Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Carabiniere trovato morto nelle campagne di Tuscania - I funerali nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes - Picchetto d'onore dei militari dell'arma

È il giorno dell’addio al brigadiere Franceschini

Massimo Franceschini

Massimo Franceschini

Tuscania - La camera ardente di Massimo Franceschini nel nuovo cimitero

Tuscania – La camera ardente di Massimo Franceschini nel nuovo cimitero

Tuscania – Picchetto d’onore dei militari dell’arma ai funerali di Massimo Franceschini, il brigadiere dei carabinieri trovato senza vita nelle campagne del Formicone nella notte tra lunedì e martedì. Il suo corpo era accanto a un capannone nei pressi del chilometro 9 di strada Dogana, tra Tuscania e Montalto di Castro.

L’addio alle 11 nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes. E in tanti si stringeranno al dolore della moglie, dei figli, del fratello e della sorella. Come in molti, in questi giorni, si sono recati al nuovo cimitero di Tuscania, dove è stata allestita la camera ardente.

Al cimitero di Tuscania Franceschini era andato lunedì, dopo essersi allontanato da Pontassieve, il comune in provincia di Firenze dove viveva e lavorare. A Tuscania sono sepolti i suoi genitori, e davanti a quelle lapidi ha lasciato un fiore e ha detto una preghiera. Poi è salito sulla sua Ford Kuga bianca e ha raggiunto le campagne del Formicone, dove ha impugnato la pistola, ha azionato il grilletto e si è tolto la vita. I carabinieri lo hanno trovato riverso a terra, accanto al capannone di un terreno agricolo. Poco più in là era parcheggiata la sua auto.

È stata la moglie, intorno alle 17 di lunedì, a chiamare i militari della stazione di Pontassieve, colleghi del marito, e a lanciare l’allarme. Franceschini si era allontanato da casa, facendo perdere le sue tracce. Le ricerche scattano subito, ma in poche ore dalla Toscana si spostano nel Lazio. Tramite il cellulare i carabinieri localizzano il brigadiere a Tuscania, luogo di origine della sua famiglia. Lo cercano ovunque, anche nella casa dove i genitori avevano vissuto. Era vuota. Lo trovano senza vita in un terreno in località Formicone nella notte tra lunedì e martedì, intorno alle 2e30. Il suo corpo era accanto a un capannone nei pressi del chilometro 9 di strada Dogana, tra Tuscania e Montalto di Castro.

Franceschini, 51 anni il prossimo 4 aprile, se ne è andato nel giorno del 46esimo compleanno della moglie, titolare di una lavanderia nella periferia di Pontassieve. Lascia anche due figli di 8 e 10 anni. Una sorella e un fratello, pure lui militare dell’arma. Franceschini era infatti capo equipaggio dell’aliquota radiomobile della compagnia di Pontassieve. Ed era molto stimato sul posto di lavoro e in città. La sua morte ha commosso due intere comunità. Quella di origine, Tuscania, e quella in cui svolgeva con assoluta dedizione il suo difficile lavoro. 

13 gennaio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR