--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Il Bomarzo denuncia atti di vandalismo dei tesserati del Pescatori Ostia dopo la gara di domenica

Spogliatoi sfasciati al termine della partita

di Alessandro Castellani
Sport - Calcio - Gli spogliatoi del Bomarzo

Sport – Calcio – Gli spogliatoi del Bomarzo

Sport - Calcio - Gli spogliatoi del Bomarzo

Sport – Calcio – Gli spogliatoi del Bomarzo

Sport - Calcio - Gli spogliatoi del Bomarzo

Sport – Calcio – Gli spogliatoi del Bomarzo

Attigliano – Quando una partita viene decisa da un gol allo scadere, l’adrenalina scatena reazioni imprevedibili, sia tra i vincitori che tra gli sconfitti. A volte, purtroppo, le emozioni prendono il sopravvento e si finisce col macchiarsi di comportamenti censurabili.

E’ quanto accaduto domenica ad Attigliano, al termine della gara tra Bomarzo e Pescatori Ostia, valida per il campionato di Promozione laziale. La squadra di casa (il Bomarzo gioca le sue partite sul campo di Attigliano) ha vinto 2-1, grazie a una rete dei minuti di recupero di Russo, e i tesserati della Pescatori Ostia, a quanto pare, non l’hanno presa bene.

Stando al racconto del direttore sportivo del Bomarzo, Danilo Morelli, al rientro negli spogliatoi gli ospiti hanno sfogato la loro rabbia danneggiando lo spogliatoio loro riservato.

Dopo la partita – spiega Morelli – sono stato richiamato dal custode dell’impianto per prendere visione dello stato in cui versava lo spogliatoio della Pescatori Ostia. Sette docce su dieci erano distrutte e la porta d’ingresso era quasi completamente divelta. Ovviamente, prima della gara tutto era perfettamente in ordine. Appena vista la scena abbiamo subito avvertito l’arbitro, che era ancora presente al campo. Anche lui ha avuto modo di accertare i danni e prenderne nota”.

Ma cosa può avere provocato tanta rabbia? Morelli non riesce a spiegarlo. “Durante la partita, non mi è sembrato di aver visto episodi particolarmente gravi. Ma a prescindere da quello che è successo in campo, certi comportamenti non possono mai essere giustificati. Quanto accaduto è gravissimo e inaccettabile“.

E adesso chi paga i danni? “Questa è proprio la cosa che mi fa più rabbia – conclude Morelli – perché un campo di calcio è un bene pubblico, nel caso specifico di proprietà del comune di Attigliano. In una società che si definisce evoluta e a maggior ragione in un periodo in cui siamo così sensibili agli sprechi di denaro pubblico, ci ritroviamo ancora a fare i conti con comportamenti così beceri. Per ottenere cosa, poi? Di certo non cambiare il risultato della partita”.

Alessandro Castellani

13 marzo, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564