--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Elezioni comunali - Viterbo - Teso incontro del centrodestra - Fusco (Lega) propone il nome agli alleati - Sostanziale ok di FdI, azzurri e Fondazione contrari - Rischio spaccatura

Alessandro Usai candidato sindaco, FI storce il naso

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Umberto Fusco

Umberto Fusco

Caffeina - Alessandro Usai

Caffeina – Alessandro Usai

Viterbo – (g.f.) – Alessandro Usai è il candidato sindaco. Per ora di Lega e Fratelli d’Italia. Più avanti, magari, anche di tutto il centrodestra.

Il nome del giornalista Mediaset entra a pieno titolo nel tavolo delle trattative. Ieri sera Umberto Fusco lo ha presentato agli alleati, in una riunione nella sede di Fdi, dai toni vivaci e dal clima piuttosto teso.

Come da previsione, il senatore della Lega ha calato il suo asso, nel tentativo di trovare un punto d’intesa e superare lo stallo dei veti incrociati sulle quattro candidature, una per ciascuna delle forze politiche, Contardo (Lega), Ubertini (FdI), Arena (FI), Santucci (Fondazione).

L’effetto Usai è stato quello che si poteva immaginare. Fratelli d’Italia ha espresso un sostanziale sì alla proposta. Le formazioni di Fusco e Rotelli sembrano andare unite. Tanto che nemmeno il nome alla fine sarà un problema.

Usai o magari Claudio Ubertini, la prima scelta di Fratelli d’Italia, andrebbero comunque bene.

Dove, invece, ci sono stati problemi, e non pochi, è più al centro. Critiche sono arrivate tanto da Forza Italia quanto da Fondazione. La svolta è stata presa come una sorta d’imposizione. Prendere o lasciare.

In particolare tra gli azzurri, l’annuncio è stato accolto con una certa freddezza. Tanto da mettere in dubbio il prossimo incontro, programmato per venerdì. C’è già chi paventa di spostare tutto al regionale. L’altra metà degli azzurri viterbesi, Daniele Sabatini e Giulio Marini, sarebbe, invece, sulle posizioni di FdI e Lega.

Prima di Usai l’intesa non c’era. Dopo, nemmeno, ma il tempo stringe. Domenica sarà il 15 aprile. Venticinque giorni alla consegna delle liste e meno di due mesi al voto.

In caso di stallo, Fratelli d’Italia e Lega potrebbero decidere d’andare avanti da soli. Chi ci sta, ci sta.

11 aprile, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR