Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il primo bilancio del violento temporale che si è abbattuto nel pomeriggio - Allagamenti in abitazioni, stazione, negozi e vie - Tombini otturati, asfalto esploso e corrente saltata - Riaperta la strada verso Gallese

Nubifragio a Orte, smottamenti e case invase dal fango

Condividi la notizia:

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Orte – Ore 23,06 – La protezione civile: “La strada provinciale che collega Orte Scalo a Gallese è stata riaperta. Un tratto stradale presenta ancora del fango, quindi vi consigliamo di procedere il modo cauto e di rispettare la segnaletica”.


Smottamenti e asfalto saltato. Case, box, garage, sottoscala e scantinati allagati e invasi dal fango. È il primo bilancio del violento nubifragio che nel pomeriggio ha colpito Orte, creando disagi.


Multimedia: Video: – Foto: Nubifragio su Orte, i danni – Nubifragio a Orte


Il forte temporale che si è abbattuto intorno alle 17 ha invaso le strade d’acqua, che ha trasportato anche grandi quantità di fango. Si registrano smottamenti e vie in cui l’asfalto è saltato.

I danni maggiori a Orte Scalo, soprattutto su corso Garibaldi. In particolare, nei 150 metri nei pressi della chiesa di sant’Angelo. “La strada che collega Orte a Gallese – fa sapere la protezione civile – è interrotta”. Su alcune vie si procede a senso unico alternato, con i vigili del fuoco, i volontari della Prociv e i tecnici del comune che stanno transennando le aree più a rischio e installando semafori temporanei per ridurre i disagi alla circolazione. Che restano, nonostante la situazione stia lentamente tornando alla normalità.

I soccorritori saranno al lavoro fino alle ore notturne, perché gli allagamenti sono molti. E case, box, garage, sottoscala e scantinati non sono stati invasi solo dall’acqua ma anche dal fango. Alcuni residenti sono rimasti pure senza corrente elettrica. I tombini sono otturati, i marciapiedi impraticabili e molte auto si sono ritrovate ad avere le ruote coperte dall’acqua. Fortunatamente non si registrano feriti, ma l’assistenza alla popolazione è costante.

Disagi anche alla circolazione ferroviaria. Rfi fa sapere che è “ancora rallentato, con ritardi fino a 120 minuti, il traffico ferroviario sulla linea convenzionale Roma–Firenze. Prosegue la riprogrammazione del servizio ferroviario con cancellazioni e deviazioni di percorso. I treni Alta velocità, in direzione nord, registrano ritardi medi di 20 minuti, mentre la circolazione per i treni in direzione sud è tornata regolare. Continua l’intervento dei tecnici di Rfi per ripristinare le condizioni di sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria e riprendere la normale circolazione nella stazione di Orte”.


Condividi la notizia:
9 maggio, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR