--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Nubifragio - Il sindaco Giuliani commenta: “Evento straordinario, i cittadini hanno diritto a un risarcimento. Impossibile quantificare i danni”

“A Orte lo stato di calamità naturale”

di Alessandro Castellani

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Nubifragio a Orte

Orte - Il sindaco Angelo Giuliani sui luoghi colpiti dal nubifragio

Orte – Il sindaco Angelo Giuliani sui luoghi colpiti dal nubifragio

Orte - Giuliani con gli assessori e i tecnici comunali

Orte – Giuliani con gli assessori e i tecnici comunali

Orte - L'assessore Daniele Proietti

Orte – L’assessore Daniele Proietti

Orte - Giuliani con gli assessori e i tecnici comunali

Orte – Giuliani con gli assessori e i tecnici comunali

Orte – Il sindaco Angelo Giuliani dichiarerà lo stato di calamità naturale a seguito della bomba d’acqua abbattutasi ieri pomeriggio sull’abitato di Orte Scalo.

I mezzi di soccorso di protezione civile, vigili del fuoco e Croce Rossa e le forze dell’ordine hanno lavorato fino a tarda notte per cercare di sgomberare le aree maggiormente colpite dai fiumi di acqua e fango provenienti dai canali di scolo. In azione anche il personale di Rete ferroviaria italiana, che ha dovuto ripristinare le strutture della stazione ferroviaria, rimasta fuori uso per diverso tempo.

Questa mattina i lavori sono ripresi e il sindaco, in compagnia degli assessori Daniele Proietti e Diego Bacchiocchi, è tornato sul posto per supervisionare gli interventi ancora in corso e cominciare la conta dei danni.

“L’evento di ieri è stato senza dubbio straordinario – ha dichiarato il primo cittadino –. L’enorme massa d’acqua caduta in pochi minuti ha portato al collasso i canali di scolo, posti in cima alla collina su cui sorge l’abitato di Orte Scalo, che sono straripati”.

“Mi dispiace per i disagi subiti dai cittadini, i pendolari e gli esercenti commerciali – continua Giuliani -. In questo momento è impossibile fare una stima dei danni, tutte le squadre sono ancora al lavoro per superare l’emergenza e ci stiamo preparando in caso di nuovi fenomeni temporaleschi, che tra l’altro sono previsti dai meteorologi”.

Il sindaco annuncia anche che il comune dichiarerà lo stato di calamità naturale. “Abbiamo bisogno di sostegno per effettuare degli interventi di miglioramento delle strutture di raccolta dell’acqua piovana, in più è giusto che i cittadini danneggiati da un evento straordinario e imprevedibile ricevano un ristoro”.

“Voglio ringraziare tutti coloro che si sono adoperati prontamente per fronteggiare l’emergenza – conclude Giuliani –. Per la prima volta a Orte abbiamo attivato un Coc (Centro operativo comunale), a cui si sono rivolti tanti cittadini. Ciò ci ha consentito di intervenire tempestivamente ed evitare ulteriori pregiudizi”.

Il nubifragio di ieri ha condizionato pesantemente anche la viabilità stradale, con allagamenti e sezioni d’asfalto letteralmente saltate in aria. L’assessore alla Viabilità, Daniele Proietti, fa il punto della situazione: “Le problematiche principali si sono verificate sulla provinciale 150.

Il sottopasso della ferrovia è stato bloccato per circa un’ora e mezza, poi la circolazione è ripresa normalmente. Stiamo ancora intervenendo nell’area di fronte alla chiesa di sant’Antonio, dove il manto stradale è stato gravemente danneggiato, e contiamo di ripristinare il traffico regolare entro la giornata di oggi. È stata ultimata, invece, la pulizia dei detriti che avevano invaso le carreggiate poco prima dell’abitato di Baucche, in direzione Gallese”.

“Avevamo già in programma importanti interventi per il rifacimento delle strade provinciali – continua Proietti – ma adesso sarà sicuramente necessaria una programmazione ancora più radicale. Non appena saranno terminati gli interventi d’emergenza, ci siederemo a tavolino e quantificheremo i danni”.

Alessandro Castellani

10 maggio, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR