--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Motori - Il pilota del Vespa club di Mantova ha preceduto Giancarlo Giubelli e Alessandro Bisti nella classifica generale

Vespa, Denis Franzini vince il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori - Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori – Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori - Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori – Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori - Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori – Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori - Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori – Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori - Il quarto Giro del lago di Bolsena

Motori – Il quarto Giro del lago di Bolsena

Marta – Riceviamo e pubblichiamo – Sabato 30 giugno 2018 a Marta si è svolto il quarto Giro del lago di Bolsena che ha visto protagonisti i più forti piloti di vespa provenienti da ogni parte d’Italia: da Mantova e Milano a Reggio Calabria, da San Vincenzo ad Ancona.

La manifestazione, organizzata dal Vespa club Viterbo, con il patrocinio del Coni Regionale Lazio, i comuni di Marta, Bolsena e Montefiascone, ha preso il via da piazzale Martiri di Cefalonia a Marta per proseguire con il periplo del lago, interrotto a Bolsena per un posto di controllo e per una prova di abilità a Montefiascone, dove il locale Vespa club aveva allestito un punto di ristoro, fino a concludersi nello stesso piazzale a Marta.

La giornata ha goduto di un sole estivo temperato dalla brezza lacustre e ha messo in luce lo scenario del lago di Bolsena. I partecipanti a bordo di vespe di ogni epoca si sono cimentati in tre serie di prove speciali di abilità su base cronometrata, la prima in partenza, la seconda a Montefiascone e la terza in arrivo sul piazzale antistante il porto di Marta.

Le vespe hanno partecipato suddivise in tre classi: Storiche fino all’anno di costruzione 1954, Vintage dal 1955 in poi e Expert riservata ai piloti più affermati.

Il primo concorrente ha preso il via alle 14,31, seguito dai successivi con un intervallo di 30” tra l’uno e l’altro. La prima prova di abilità, eseguita immediatamente dopo la partenza, ha visto le vespe percorrere un corridoio stretto e descrivere due cerchi e un breve slalom, dovendo rispettare un preciso tempo di percorrenza.

Il percorso, per un totale di 60 chilometri, è stato particolarmente impegnativo nel tratto compreso tra la Capodimonte e l’imbocco della regionale Cassia tra San Lorenzo nuovo e Bolsena che comprendeva strade particolarmente strette e un breve tratto di strada bianca.

La prova più selettiva è risultata essere quella di Montefiascone, collocata su una sella alla base della Rocca, nella quale i concorrenti dopo il controllo orario hanno dovuto affrontare uno slalom che pur nella sua semplicità ha fatto emergere la loro vera attitudine ad affrontare questo tipo di prova.

Il rientro a Marta è avvenuto intorno alle 18. Qui i concorrenti hanno dovuto ripetere in senso contrario il percorso della prova speciale già effettuata in partenza, con qualche piccola differenza. Dopo la conclusione della prova speciale dell’ultimo concorrente, mentre i cronometristi elaboravano le classifiche, tutti i partecipanti hanno potuto usufruire di un piccolo lunch allestito a cura della pro loco sotto le piante del parco con lo sfondo del lago di Bolsena.

Il presidente del Vespa club Domenico Palazzetti ha diretto la cerimonia di premiazione consegnando i riconoscimenti e i premi ai primi classificati di ogni categoria. Hanno preso parte alla cerimonia consegnando materialmente i premi il delegato provinciale Asi Andrea Sebastiani, il presidente della pro loco Stefano Furietti, il sindaco Maurizio Lacchini, il referente Vespa per il Lazio Nunzio Bonanno e il presidente dell’Auto moto club Viterbo Salvatore Fratejacci.

Nella classifica assoluta, si è aggiudicato il primo posto Denis Franzini seguito da Giancarlo Giubelli entrambi del Vespa club Mantova, al terzo posto il romano (originario di Bolsena) Alessandro Bisti. Nella classifica Vintage il Vespa club Mantova si è aggiudicato i primi tre posti con Denis Franzini, Giancarlo Giubelli e Domenico Iembo, mentre al viterbese Sandro Saveri è toccata la quarta piazza. Nella classifica del campionato laziale, Alessandro Bisti ha avuto modo di affermare la sua superiorità collocandosi al primo posto, seguito dal giovane Alessandro Sansavini e dal veterano Moreno Valeri, entrambi valenti piloti del Vespa Club Viterbo.

Si ringraziano tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito al successo della manifestazione.

Vespa club Viterbo

12 luglio, 2018

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564