Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - Ieri per la cerimonia a palazzo Doebbing - Il sindaco e critico d'arte: "Peccato era la sala più eccitante"

Inaugurata la mostra dei nudi, Sgarbi: “I vescovi hanno disertato”

Sutri - Vittorio Sgarbi

Sutri – Vittorio Sgarbi

Sutri – Riceviamo e pubblichiamo – Invitati da Vittorio Sgarbi all’apertura del museo diocesano (ribattezzato dallo storico e critico d’arte “Museo Doebbing” in ricordo del vescovo che lo fece restaurare) vescovi e monsignori giunti sabato 15 settembre a Sutri, hanno “disertato” la sala in cui sono esposte le foto di nudi di Wilhelm Von Gloeden “in dialogo” con altri nudi dell’artista contemporaneo Roberto Ferri: una sequela di membri maschili “immortalati” dal fotografo tedesco celebre soprattutto per i suoi studi di nudo maschile di ragazzi siciliani in ambiente pastorale, che fotografava assieme ad anfore o costumi ispirati all’antica Grecia.

A fare da Cicerone era lo stesso Sgarbi, che dallo scorso giugno è sindaco di Sutri, ma quando la visita ha fatto tappa nella cosiddetta “sala dei nudi”, i prelati, con in testa il vescovo di Civita Castellana, monsignor Romano Rossi, invece che fermarsi ad ascoltare il discorso del sindaco-critico d’arte, hanno proseguito spediti e senza verbo proferire verso le altre stanze.

Momenti di grande imbarazzo, ma anche di tanta ilarità quando Sgarbi ha osservato: “Peccato, era la sala più eccitante del museo”.

Monsignor Rossi gli ha replicato con un sorriso. Nessun commento dai prelati. Tranne le smorfie di disappunto (e le occhiatacce rivolte a Sgarbi) di monsignor Giuseppe Sciacca (dal 13 febbraio 2013 uditore generale della Camera Apostolica e dal 1º settembre 2016 segretario del Supremo tribunale della Segnatura apostolica) che, invitato a commentare, ha tagliato corto: “Io? Io non c’ero”.

Intanto nel giornata d’inaugurazione il Museo ha fatto registrare oltre 1000 visitatori, per lo più arrivati da fuori: un numero straordinario per una cittadina di solo 4 mila abitanti. Tutte le informazioni sul sito.

Ufficio stampa Vittorio Sgarbi

16 settembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR