--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Nella notte la festa non autorizzata alla centrale Enel - Presidio e controlli delle forze dell'ordine - I partecipanti rischiano una denuncia per invasione di terreni

Più di mille al rave party, centinaia di identificati

Condividi la notizia:

Montalto di Castro - La centrale Alessandro Volta

Montalto di Castro – La centrale Alessandro Volta

Montalto di Castro - La centrale

Montalto di Castro – La centrale Alessandro Volta

Montalto di Castro – (raff.stro.) – In più di mille hanno partecipato al rave party alla centrale Alessandro Volta di Montalto di Castro. Una festa non autorizzata che ha avuto il suo apice la notte scorsa. Quella tra sabato e domenica, quando il ritmo incalzante della musica elettronica e i giochi di luce psichedelica l’hanno fatta da padrone.

Scenario, un campo a due passi dal mare. Distante cinque chilometri dagli impianti fotovoltaici, ma comunque di proprietà dell’Enel. “Veicoli e persone, non autorizzate e intenzionate a organizzare un rave party, sono in un’area del gruppo adiacente alla centrale – ha fatto sapere ieri la multinazionale dell’energia -. E per accedervi hanno forzato un cancello di sicurezza”. E ora, in massa, rischiano una denuncia per invasione di terreni. L’Enel sarebbe pronta a formalizzarla, ma almeno fino a sabato sera nessuno è stato segnalato né arrestato.

Il via vai è iniziato nella notte tra venerdì e sabato, quando il sistema di vigilanza della centrale ha notato una processione di auto, camper e tir. “Le forze dell’ordine sono state immediatamente allertate”, sottolinea l’Enel. E dall’alba l’area intorno alla Alessandro Volta si è riempita di polizia, carabinieri, Guardia di finanza e polizia locale. Un presidio fisso, che non si sposterà fino a stasera.

Quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto, nel campo erano già presenti una trentina di mezzi e in centinaia avevano già scavalcato la recinzione. Perlopiù giovani, provenienti da tutta Europa e reclutati, come avviene in questi casi, via internet, social e Whatsapp. Chi è entrato dopo l’intervento di polizia, carabinieri e finanza è stato identificato. Così come sarà identificata ogni persona che, finito il rave, uscirà dall’area. Ma le indagini si starebbero concentrando soprattuto sull’individuazione degli organizzatori della festa.

Il via vai di gente e mezzi è continuato per tutta la giornata di ieri, quando è stato montato il palco e tutta la strumentazione per il party. Poi la festa, durante la quale le forze dell’ordine hanno fatto controlli anche sullo spaccio di sostanze stupefacenti. Mentre l’Enel ha rafforzato il presidio di vigilanza all’impianto fotovoltaico. La polstrada ha invece pattugliato l’Aurelia, con posti di blocco.


Condividi la notizia:
30 settembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR