--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Consiglio comunale - Scontro in maggioranza - Scardozzi (Lega) si mette in mezzo e dice no all'assestamento di bilancio - Duro attacco all'assessore Micci

“Per Bagnaia non c’è un centesimo, non voto”

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Antonio Scardozzi

Antonio Scardozzi

Viterbo - L'assessore Elpidio Micci

Viterbo – L’assessore Elpidio Micci

Viterbo – (g.f.) – “Per Bagnaia non c’è un centesimo, non voto”. È scontro in maggioranza. Antonio Scardozzi (Lega) attacca l’assessore Elpidio Micci. In consiglio comunale si vota l’avanzo d’amministrazione, ma il leghista dice no. Perché di centomila euro previsti alle frazioni, a Bagnaia non andrà un centesimo.

“Mi asterrò – dice Scardozzi – non posso votare una cosa dove per Bagnaia non c’è una lira. Se l’assessore pensa che le frazioni siano tre, Grotte, Fastello e San Martino, a me non sta bene”.

Una presa di posizione che infastidisce pure Enrico Maria Contardo, assessore leghista al Bilancio. Stesso partito del consigliere. “Farà opposizione – gli intima Contardo – quando si utilizzeranno i fondi”.

Scardozzi non ama aspettare: “L’opposizione la faccio qui, non posso andare a litigare con Micci”. Il leghista si appella all’articolo del regolamento che gli consente di rimanere presente pur non votando. Viene registrato come astensione. Il documento passa a maggioranza, grazie all’opposizione che rimanendo mantiene il numero legale.

Bel clima. Non bastano le voci di possibili uscite da Fratelli d’Italia (Ubertini, Micci e Cepparotti), destinazione Lega, a mantenere il clima caldo. C’è pure lo scontro a distanza Scardozzi – Micci. Quest’ultimo non è presente. Assessore “colpevole” d’avere dimenticato una frazione, quella dell’esponente leghista.

“In questo assestamento di bilancio – spiega Scardozzi – ci sono centomila euro per le frazioni. A Bagnaia nemmeno un centesimo. Non ci ha messo niente”.

L’assessore ha motivato la scelta. “È stato sistemato il parcheggio a valle Pierina – osserva Scardozzi – però la precedente amministrazione non aveva previsto l’illuminazione. Grazie al ribasso d’asta sono avanzati 29mila euro rispetto alla somma stanziata, ho chiesto e ottenuto che quei soldi venissero impiegati per le luci”.

Siccome a Bagnaia in un modo o nell’altro qualcosa è arrivato, dai 100mila euro per le frazioni, all’ex comune non arriverà niente. Scardozzi non ci sta: “I fondi per Bagnaia cui si riferisce Micci derivano dalla precedente amministrazione e nulla hanno a che fare con l’assestamento e i 100mila euro”. E si consuma la rottura.

Incidente di percorso in una seduta accidentata. Iniziata con uno scontro sul numero legale. C’è o non c’è? Santucci (Fondazione) arriva all’ultimo, fuori tempo massimo, ma dall’opposizione, che nel frattempo è uscita, Barelli si dichiara presente. Scontro pure in minoranza, con Chiara Frontini (Viterbo 2020).

Si spazientisce pure il sindaco Giovanni Arena: “Ci riusciamo a stare seduti cinque minuti?”. Appello rivolto ai suoi consiglieri. A molti piace passeggiare per il palazzo, mettendo a rischio il numero legale. “State sempre sul pizzo della sedia”.

L’unico lieto evento del consiglio non riguarda la maggioranza, ma uno solo dei componenti. “Gianluca Grancini – ricorda il presidente del consiglio Stefano Evangelista – è diventato papà, per questo è assente. Facciamo gli auguri a Lorenzo”. Unica nota azzurra di un consiglio piuttosto grigio.

8 novembre, 2018

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR