--

--

Pigi-Battista-560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sopralluogo nella struttura comunale abbandonata - Guano, poltrone divelte, macchinari distrutti, così muore un gioiello nel cuore della città - VIDEO

Benvenuti nello schifo del Teatro Genio

di Giuseppe Ferlicca

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Viterbo – Un film dell’orrore con una trama da incubo. Abbandonate ogni speranza, voi che entrate al Genio.

Il teatro e cinema è chiuso da anni, nel più totale abbandono. Ci si può immaginare locali fatiscenti, strutture in decadimento, ma passando all’interno, la realtà supera la fantasia e soprattutto, supera le più pessimistiche previsioni.

Stamani il sopralluogo della quarta commissione consigliare, voluto dal presidente Stefano Caporossi. Un sonoro schiaffo.

Viterbo - Cinema Teatro Genio

Lo spazio enorme, nel cuore di Viterbo, dove sono passati nomi illustri dello spettacolo e della cultura, oggi è dominio incontrastato di topi e piccioni.

Guano in ogni angolo. Nelle scale, salendo da un piano all’altro. Ce n’è talmente tanto da sembrare un tappeto.

Lo schermo è strappato, in galleria le poltrone non ci sono più e in platea sono ridotte malissimo.

In sala macchine, pezzi di pellicola a terra, libri, pezzi d’attrezzature, macchinari ricoperti d’escrementi.

Viterbo - Cinema Teatro Genio

Sul pavimento è impossibile capire cosa ci sia di preciso. Tutto si mescola, tutto si confonde, per dare forma uno schifo indicibile.

Nella saletta antistante a quella macchina, il tetto è sfondato. Ci piove, è umido. Si cammina al buio, a tastoni, facendosi luce con le torce dei cellulari, in un ambiente spettrale.

Alla biglietteria, qualche rivista e una bottiglietta d’acqua vuota. Chissà usata da chi e quando. A testimonianza di un passato glorioso e di un presente indecente, qualche manifesto storico. Anni Cinquanta, grandi nomi del varietà.

Viterbo - Cinema Teatro Genio - Il sopralluogo con Stefano Caporossi e la quarta commissione

Impressionato da quello che si è trovato davanti, anche il presidente Caporossi: “Sarà mio obiettivo principale – spiega Caporossi – portare a casa un risultato, che porti a far rivivere il Genio. Oggi il teatro è veramente in una situazione brutta, per come si trova e per come è stato abbandonato.

Chiederò tutti gli atti per capire lo stato dell’arte, ma dobbiamo fare poche chiacchiere, evitare speculazione. Concentriamoci solo sul far ripartire il Genio, che divenga un contenitore d’iniziative culturali, convegni. Un luogo d’attrazione, per contribuire a ripopolare il centro storico”.

Viterbo - Cinema Teatro Genio

Alla ricognizione ci sono non solo i componenti della quarta commissione, ma pure assessori e dirigenti comunali. Sembra una gita, atmosfera allegra. Si ride e si scherza lungo il tragitto. Fino a quando non si varca l’ingresso. L’umore cambia. C’è poco da ridere. A prescindere da chi abbia avuto responsabilità nel ridurre in questo stato il Genio, c’è solo da vergognarsi.

Giuseppe Ferlicca

8 novembre, 2018

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR