Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Ubertini, Cepparotti e Micci passano alla Lega - Intervista al senatore Fusco che rassicura gli alleati: "Non cambia niente"

“Hanno scelto loro di venire e ne sono felice”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Umberto Fusco

Umberto Fusco

Elisa Cepparotti

Elisa Cepparotti

Viterbo - Claudio Ubertini

Viterbo – Claudio Ubertini

Andrea Micci

Andrea Micci

Viterbo – “Do il benvenuto a Ubertini, Cepparotti e Micci e la prossima settimana magari li saluterà anche Matteo Salvini a Roma”. I tre esponenti FdI passano alla Lega e il senatore leghista Umberto Fusco li saluta, inviando un messaggio agli alleati: “Non cambia niente. Si continua a lavorare come prima”. Non si cambia nemmeno nel gruppo, a partire dalla capogruppo Salcini e nel partito, non ci sono altri ingressi in vista.

Senatore Fusco, due consiglieri e un assessore in più alla Lega. Qualcuno vocifera di promesse nei loro confronti…
“Assolutamente no – replica categorico Fusco – hanno scelto loro questo movimento e io li ringrazio. È un po’ di tempo che se ne parlava, hanno voluto incontrarmi, per discutere in generale. Poi la decisione di venire con noi, ma da questa parte non c’è stata nessuna promessa. Noi non le facciamo. Nella Lega entrano persone con determinate caratteristiche, per integrarsi appieno con noi”.

Quali sono le caratteristiche dei tre?
“Micci è un giovane ragazzo che lavora molto bene in comune, laureato, è avvocato. Cepparotti è una giovane imprenditrice e mamma, una persona dalle qualità eccezionali. Quello che serve a noi per fare politica tra la gente”.

Poi c’è il meno giovane, almeno fra i tre, l’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini. Di lui che idea ha?
“È un indiscusso personaggio politico, da quando si è messo a disposizione dell’amministrazione comunale ha ottenuto grandi risultati, in giunta con il sindaco Marini, poi all’opposizione e anche in questo inizio di consigliatura sta facendo bene. E poi è una persona che a Viterbo è vista molto bene. Se non ti stimano e non ti apprezzano per la qualità del lavoro che svolgi, tanti voti non li prendi”.

Adesso che succede?
“Si continua a lavorare. Lunedì sera incontro tutto il partito, il gruppo di lavoro al comune. L’indicazione che darò e che seppure siamo un numero più sostanzioso in maggioranza, si va avanti sempre con massima responsabilità e rispetto. Non esiste 8, 6 o 2. Il lavoro va portato avanti con coesione, nel partito e nella coalizione. La gente ci guarda. Abbiamo una grande responsabilità e non possiamo nasconderci”.

Prevede nuovi ingressi nella Lega?
“Oggi come oggi io penso che la squadra sia completa e siamo a disposizione di tutta la coalizione. Come centrodestra in comune, a parte questo passaggio, non cambia niente. La gente sta facendo crescere il partito, altri vorrebbero entrare, ma adesso pensiamo a lavorare. Del resto, a proposito di spostamenti, anche noi abbiamo avuto gente che nel tempo ha lasciato il movimento. È normale, accade”.

Però oggi la Lega è il maggior azionista dell’amministrazione Arena. Qualcosa cambierà, non pensa?
“Da parte nostra c’è massimo rispetto per tutti. Eravamo sei, siamo otto. Non cambia niente, lo ripeto. Noi non vogliamo niente di più e niente di meno. Semmai i numeri in più significano una maggiore responsabilità. Con le altre forze politiche di centrodestra i rapporti sono intatti, le frizioni non partono da noi. Lo dico come responsabile del partito, non solo a livello locale ma pure regionale”.

Ha parlato con il sindaco Giovanni Arena?
“Ci siamo sentiti, sì, ci ho parlato. Gli ho detto che non ci saranno problemi, continueremo come prima, non chiediamo niente. Andiamo avanti così. Del resto, questa è stata una scelta da parte di persone responsabili che hanno deciso di venire nella Lega, noi abbiamo valutato che fossero quelle giuste, che servono al partito. Stiamo crescendo, le esigenze cambiano”.

Quindi non teme qualche passo in avanti, magari anche nel suo gruppo, in virtù di rapporti di forza che favoriscono la Lega?
“Se qualcuno pensa che ne dobbiamo approfittare, assolutamente dico no, e se qualcuno dei miei assumesse un atteggiamento del genere, sarebbe fuori dal partito. Ma non accadrà. Andiamo avanti con rispetto ed educazione. Io la politica la vedo così”.

Cambierà qualcosa nel gruppo consigliare della Lega, magari il capogruppo?
“No, io non darei mai l’indicazione di togliere Salcini. Comunque, tra noi tutti hanno apprezzato l’arrivo di Ubertini, Micci e Cepparotti. C’è entusiasmo. Micci, in particolare, per la sua formazione può stare a fianco della capogruppo, darle una mano, ma non ci penso a toglierla”.

Non teme una qualche reazione dentro Fratelli d’Italia?
“Posso immaginare cosa si provi, quando si costruisce una cosa ci si mette il massimo impegno. Ho la stima massima per il deputato Mauro Rotelli, per il suo modo di fare politica. In base alla mia esperienza, i problemi che si presentano servono a fare esperienza e crescere. Io ho cominciato nel 2008, un tassello alla volta. Dal partito se ne sono andati diversi, ho continuato sempre per la mia strada”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
10 novembre, 2018

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR